In attesa di un intervento che risollevi le sorti di questa importante opera pubblica

Polisportivo, ancora una soluzione tampone per l'impianto sportivo cassanese

Il Comune lancia una selezione per individuare potenziali gestori della struttura

Attualità
Cassano sabato 13 gennaio 2018
di La Redazione
il polisportivo di via Grumo
il polisportivo di via Grumo © google

Dopo due proroghe consecutive all’associazione sportiva dilettantesca Volley Cassano, che dal 2015 ha garantito l’apertura e l’attività della struttura sportiva cassanese, il Comune ha emanato un avviso pubblico per raccogliere candidature a “essere invitati alla eventuale successiva gara che sarà indetta per l’affidamento in concessione dell’impianto di proprietà comunale”.

Dunque, si tratta di un atto preliminare per “selezionare” il potenziale gestore del Polisportivo: una sorta di "casting".

Siamo nel campo, ancora una volta, delle soluzioni temporanee e tampone, in attesa che la politica locale trovi finalmente una soluzione accettabile.

La storia dei possibili interventi per risollevare l’impianto dalla decennale agonia - come è noto - è lunga e travagliata.

Solo nel periodo recente si registra la candidatura ad un finanziamento, per circa un milione di euro, richiesti alla Regione Puglia e all’Istituto del Credito Sportivo, fatta nel 2016 dalla precedente amministrazione (e fatta cadere da quell’attuale), poi il “project financing” dell’amministrazione Di Medio (il secondo dopo quello fantomatico del primo mandato) e, di recente, la partecipazione in tutta fretta ad un nuovo bando suggerito dall’opposizione “extra-consiliare”.

In mezzo, il buon lavoro svolto dall’associazione pallavolistica cassanese e qualche intervento di ristrutturazione sugli spogliatoi e sulla palestra “Angelillo” realizzato dall’amministrazione Lionetti con i soldi risparmiati dalla cessazione della precedente gestione (circa 130.000 euro all’anno) e con i fondi della Regione Puglia (circa 27.000 euro).

La precedente amministrazione aveva anche programmato la realizzazione di due nuovi campi da tennis e la realizzazione ex novo di uno dei campi di calcetto presenti, con tanto di progetto esecutivo e indizione di gara per l’affidamento dei lavori (per un importo di 52mila euro), ma la sindaca Di Medio a pochi mesi dall’insediamento decise di dirottare quella somma verso altre cose.

Ora l’avviso, emanato ieri dal Comune e rivolto esclusivamente ad organizzazioni sportive.

La successiva gara avrà per oggetto un affidamento di un anno, rinnovabile “a richiesta per analogo periodo e previa valutazione positiva dell’amministrazione comunale”.

Il corrispettivo per il gestore sarà di circa 26mila euro, ma a suo carico ci saranno tutte le utenze, la manutenzione ordinaria, gli oneri di sicurezza, le assicurazioni. In cambio, il gestore potrà trattenere le somme introitate per l'utilizzo delle palestre, dei campi e delle attrezzature, secondo un prezziario concordato con l'Amministrazione.

L’avviso scade l’8 febbraio.

Lascia il tuo commento
commenti