Anche a Cassano è stato approvato il progetto: "Scuola senza zaino"

In occasione dell'inizio del nuovo anno, è stato approvato il progetto: "Scuola senza zaino"

Con il nuovo anno scolastico anche a Cassano ha avuto inizio il progetto: "Scuola senza zaino"

Cultura
Cassano venerdì 15 settembre 2017
di Paola Massaro
Dipinto di Angelo Luiso:
Dipinto di Angelo Luiso: "Natura non morta" © Paola Massaro

Il nuovo anno scolastico ha avuto inizio e molte cose stanno cambiando. Ieri e stamattina in Piazza:"A. Moro" sono state presentate le classi dell'Istituto Comprensivo: "Perotti-Ruffo" che a sua volta comprende il Circolo Didattico: "A. Perotti" e l'Istituto "Vincenzo Ruffo" ovvero, un Istituto di Scuola Secondaria di Primo grado. Come ben sappiamo l'accorpamento è avvenuto nel 2012 e accoglie molti alunni dislocati fra il Plesso "Ruffo" per quanto concerne gli studenti della Scuola Secondaria; i Plessi di Via Convento e Via Gramsci per gli alunni della Scuola Primaria e il plesso di Via Galietti per la Scuola dell' Infanzia.

Ieri e oggi sono state presentate le classi presenti nei diversi plessi. Piazza "A. Moro" era gremita di molte persone: genitori, bambini, insegnanti, nonni, etc. che hanno ascoltato con estrema attenzione le parole del Dirigente Scolastico, Maria Rosaria Annoscia e del nostro Sindaco Maria Pia Di Medio che a loro volta, sperano che i bambini possano crescere educati ,in un ambiente ricco di stimoli e soprattutto lontani da cattive compagnie.

I bambini sono stati riaccompagnati nei loro rispettivi plessi con le loro insegnati. Il plesso della Scuola Primaria di Via Gramsci ha un nuovo quadro che è stato donato dall'autore Angelo Luiso. Il dipinto è intitolato:"Natura non morta" e a sua volta, rappresenta lo scontro fra Madre Natura e l'inquinamento. Madre Natura è rappresentata da una giovane donna bionda mentre l'inquinamwento è rappresentato dalla morte. Il quadro è stato donato dall'artista al plesso di Via Gramsci con la speranza che le nuove generazioni crescano comprendendo l'importanza dell'amore e del rispetto per la natura che ci circonda.

In occasione dell'inizio del nuovo anno scolastico abbiamo posto alcune domande al sign. Renzo Tortorella che svolge funzioni vicarie all'interno dell'Istituto Comprensivo.

- Sign. Tortorella quali sono i pro e i contro del progetto: "Scuola senza zaino"?

Per avere una risposta più ampia bisognerebbe porre la domanda al Maestro Roberto Angiulo, referente del progetto.

-Come mai nell'Istituto ci sono ancora lavori da svolgere?

In estate molte aziende erano in ferie ed è stato difficile trovare il materiale per poter effettuare i lavori in tempo.

- Le famiglie dei bambini sono felici del nuovo progetto?

Sì, poichè il progetto è stato approvato dalle famiglie stesse che a loro volta sono entusiaste di tale progetto.

- L'Istituto ha ricevuto finanziamenti dalla Regione per poter svolgere il progetto?

No, assolutamente! Il progetto è stato autofinanziato e dobbiamo ringraziare in particolar modo le famiglie degli alunni che hanno offerto il loro contributo per la realizzazione del progetto.

-Avete intenzione di aiutare i bambini affetti da svariate forme di disabilità o con disturbi di apprendimento? Ci sono progetti in atto?

Sì, lo abbiamo sempre fatto e i bambini in difficoltà sono affidati ad insegnanti di sostegno che a loro volta li aiutano nel momento del bisogno. Vengono seguiti programmi didattici specifici per bambini con difficoltà di apprendimento o con gravi forme di disabilità.

Possiamo concludere affermando che: "La cultura è un ornamento nella buona sorte ma un rifugio nell'avversa" (Aristotele).

Auguriamo a tutti gli studenti un buon anno scolastico.



Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette