Il gruppo consiliare Siamo Cassano dice la sua sulla raccolta differenziata

La truffa della raccolta differenziata e lo scaricabarile dell'assessore Briano

Riceviamo nota dal gruppo consiliare Siamo Cassano sulla questione raccolta differenziata

Politica
Cassano giovedì 12 ottobre 2017
di La Redazione
SiAMO Cassano
SiAMO Cassano © SiAMO Cassano

Già in campagna elettorale, illustrando il nostro programma, proponevamo una revisione totale del servizio di igiene urbana con una previsione della riduzione della tassa possibile fino al 50% rispetto a quello che paghiamo oggi. Anche nella discussione delle linee programmatiche abbiamo chiesto di adottare la nostra proposta in tema di rifiuti, giudicata bella, condivisibile ma arrogantemente bocciata perché fanno quello che vogliono forti di 11 consiglieri più il Sindaco che rappresentano appena il 28% della popolazione che si è recata al voto. Arroganza si, perché se fossero aperti al dialogo e al confronto costruttivo avrebbero bene in mente che l'opposizione, benché composta da soli 5 consiglieri, rappresenta il 70% degli elettori ovvero la maggioranza dei cassanesi. Avrebbero compreso che a Cassano, per effetto di una legge elettorale a nostro parere incostituzionale, c'è al governo del paese una parte minoritaria della popolazione e che è quanto mai opportuno sul piano dei valori di democrazia e di rappresentanza del popolo aprirsi alle proposte delle minoranze. Chiusura netta su tutti i fronti, ed oggi vengono al pettine i primi nodi. Briano riporta l'esito delle analisi merceologiche e essendo non conformi da Ponzio Pilato se ne lava le mani e ammonisce: "Da oggi il popolo già tassato e tartassato pagherà di più". Noi di SìAMO Cassano chiediamo dunque a Briano: "Ma la raccolta differenziata non deve, per definizione, portare risparmi di tassazione per i cittadini? Si rende conto che la tassa rifiuti é aumentata a un livello insopportabile? Ci vuole spiegare se le analisi dei rifiuti organici conferiti le fa la stessa ditta che impone il prezzo di riferimento o un organismo terzo e indipendente? Ci vuol dire quali sono le tecniche di campionamento adottate? Ci vuole dire se sono previste, come d'obbligo, procedure di revisione delle analisi? Ci vuole spiegare quali azioni di sensibilizzazione e informazione costanti e permanenti vengono messe in atto? Ovviamente il Sindaco, ogni qualvolta c'è da affrontare una problematica in negativo, si eclissa per poi brillare (di luce propria?) quando c'è da mettersi in bella mostra nelle manifestazioni. All'assessore Briano diciamo che va rivista l'intera politica di gestione dei rifiuti. Occorre essere rivoluzionari in questo settore. Noi vogliamo una raccolta differenziata che alleggerisca la tassazione per i cittadini e non vogliamo più sentire da Briano "popolo pagherai di più". Perché questo popolo paga più per la tassa rifiuti che per dar da mangiare ai propri figli. La Capogruppo di SìAMO Cassano Linda CATUCCI

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette