La nota dell'opposizione

Primavera Cassano: «Aumentano le tasse e si riducono i servizi, per Cassano è notte fonda»

Santorsola e Venezia fanno il punto della situazione a quasi un anno dall'insediamento della lista capeggiata dalla sindaca di Fratelli d'Italia e dopo l'approvazione del bilancio preventivo

Politica
Cassano mercoledì 11 aprile 2018
di La Redazione
Primavera Cassano
Primavera Cassano © Primavera Cassano

Con l'amministrazione Di Medio «è calata la notte».

A dirlo il gruppo consiliare Primavera, in una nota che fa il punto della situazione per Cassano a quasi un anno dall'insediamento della lista capeggiata dalla sindaca di fratelli d'Italia e dopo l'approvazione del bilancio preventivo,

«Bilancio 2018 - scrivono i consiglieri Santorsola e Venezia -: arrivano gli aumenti! E per sindaco e assessori aumenta la spesa.

Aumenta la pressione fiscale, diminuiscono i servizi ai cittadini.

Il primo bilancio dell’era Di Medio/Bis è caratterizzato da aumenti ai cittadini e diminuzione dei servizi alla città!

Aumenti delle tasse:

-la tassa sui rifiuti costerà di più ai contribuenti, mentre la città è più sporca! Vanificati, così, gli sforzi dei cassanesi bravi (si è raggiunto il 70% di raccolta differenziata) che per premio ricevono dall’assessore Briano l’aumento!

-la retta della mensa scolastica aumenta del 55%;

-il trasporto scolastico aumenta del 100%. Eppure, gli amministratori sono a conoscenza , per loro stessa ammissione, che sono molti gli utenti a non pagare!

Sindaco e assessori costano, alle tasche dei cassanesi, 120.000,00 € l’anno, troppo a giudicare i risultati del loro scarso impegno che è sotto gli occhi di tutti.

Il costo dei cani è altissimo: 330.000,00 l’anno! Cosa fanno per ridurre questa ingente spesa? Nulla!

Riduzioni dei servizi:

-dimezzati i fondi per le manutenzioni delle strade comunali mentre aumentano le buche!
-dimezzate le risorse per i giardini e le ville comunali diventati luoghi idonei per il pascolo delle capre!
-ridotti i fondi per i minori di oltre 75.000,00€ penalizzando tutto il settore sociale;
-ridotti i fondi agli anziani di 24.000,00€ pari al - 30%!

Cultura a testa in giù!

Destinati, infatti, soli miseri 500 € per l’acquisto dei libri alla biblioteca comunale!

Per il Cinema Vittoria la sconfitta culturale più grande: destinati solamente 3.900 €.!

Le spese generali aumentano fino alla cifra record di oltre 8.736.000,00€. (incremento di circa 700.000,00€ rispetto al 2016).

Che dire … se il buongiorno si vede dal mattino, la notte è già arrivata!»

Lascia il tuo commento
commenti