Trekking Cassano

Escursione panoramica tra De Nora e le “Quite” di Santeramo.

Il tracciato (di circa 10 km, difficoltà E, Escursionistico) seguirà piste sterrate e tratturelli erbosi, con tratti di fuori pista su terreno accidentato murgiano ed è impegnativo e ricco di ripide salite da superare.

Altri Sport
Cassano giovedì 02 marzo 2017
di La Redazione
Trekking Cassano © Trekking Cassano

Ogni tanto, qualche trekker che prenota sul social la partecipazione all’escursione domenicale, mi comunica di essere stato poi subito contattato privatamente da un “caro, vecchio amico” di Trekking Cassano per metterlo in guardia, dipingendomi come il “ba-bau” o “l’uomo nero” delle storie raccontate ai bambini, ricordandomi il detto “Vulpes pilum mutat, non mores” ovvero la volpe muta il pelo, non le abitudini (ma visto che la volpe mi è simpatica, anche se quando non riesce a raggiungere l’uva ne parla male, preferisco usare il termine di avvoltoio o sciacallo). 

Comunque pur non essendo molto religioso ma auspicando una giustizia divina, aspetterò fiducioso che questo "amico" si presenti al cospetto di S.Pietro, affinchè si penta finalmente delle calunnie che sparge da tempo a piene mani, su tutti quelli che sono in disaccordo con lui! 

L’escursionismo invece rasserena il nostro animo, ricaricandoci dallo stress accumulato durante il lavoro o i rapporti con questo tipo di persone e per domenica 05 marzo vi propongo una passeggiata in una meravigliosa e panoramica area di Santeramo chiamata “Quite” per indicare la suddivisione in quote, ovvero di piccoli appezzamenti di terreno, avvenuta nel secolo scorso in attuazione della Riforma Agraria con cui si avviò un processo di espropriazione di terreni (solitamente quelli più poveri e pietrosi), frazionandoli ed assegnandoli alle famiglie contadine per consentire loro di coltivarli e ricavarne il necessario per il proprio sostentamento. 

Osservandone le attuali caratteristiche, particolarmente belli sotto l’aspetto naturalistico e paesaggistico ma in cui è evidente la grande quantità di pietrame e la scarsità di terreno coltivabile, viene da pensare a quanto lavoro e sudore hanno dovuto rassegnarsi quei contadini per far attecchire pochi, stentati alberelli di ulivo, mandorlo, fico o per coltivare qualche pianta di legumi ed integrare una ben magra alimentazione.

L’area che esploreremo è compresa tra il bosco di De Nora e contrada Alessandrelli a cavallo della SP.160 per Matera, suddivisa in poderi ed attraversata da una serie di tratturelli interpoderali perfettamente allineati e paralleli con orientamento nord-sud di cui i due centrali, dritti come fusi e lunghi più di due chilometri, rappresentano un colpo d’occhio eccezionale.

Il tracciato (di circa 10 km, difficoltà E, Escursionistico) seguirà piste sterrate e tratturelli erbosi, con tratti di fuori pista su terreno accidentato murgiano ed è impegnativo e ricco di ripide salite da superare. Indispensabile l’uso di scarpe da trekking per la protezione delle caviglie.

Appuntamenti diversificati secondo la provenienza:
- ore 8.00, presso il Liceo Scientifico a Cassano, per il successivo trasferimento a Santeramo;
- ore 8.30, davanti al vecchio Palazzetto dello sport (vicino al campo sportivo) di Santeramo, per poi raggiungere il luogo di sosta delle auto e di partenza a piedi. 
Il termine escursione è previsto per le ore 13.00.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette