La storia di Cassano

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

La città
a cura di
Le origini di Cassano sono molto antiche e risalgono esattamente all’epoca romana. A conferma di questo ci sono numerosi ritrovamenti archeologici, come il rinvenimento di un prezioso pavimento musivo del v secolo. È inoltre documentato che verso la metà del v secolo, in un punto del territorio detto “Lago di Battaglia”, ebbe luogo un combattimento tra le milizie greche e l’esercito di Totila, nel quale spiccò, per il suo coraggio, una donna cassanese, vestita da guerriera, che morì da eroina. Per onorare la sua memoria, i suoi compagni le eressero un monumento con un cumulo di pietre, detto “Specchio di femina morta”.

Numerosi manufatti in pietra, pitture, oggetti trovati nelle grotte intorno al paese, sono testimonianze di insediamenti preistorici. La conformazione territoriale carsica, ha dato vita a numerose grotte nel circondario cassanese. La più grande, “La grotta di Cristo”, si trova a 3 km dal centro urbano, ed è stata scoperta nel xvii secolo. Anche la scoperta di un menhir, risalente a 2500-2000 anni a.C. conferma le origini antiche del paese.

Le indagini storiche hanno accertato che anticamente Cassano fu abitata dagli Apuli che si stanziarono nella zona intorno all’anno 1000 a.C. e la cui civiltà era piuttosto progredita. Nel luogo in cui oggi sorge la Chiesa del SS. Crocifisso, un tempo c’era un tempio dedicato al dio bifronte Giano, ed è proprio da questa presenza che sarebbe derivato il toponimo della città, “Casa Jani”

Diversi studi affermano che nell’antichità Cassano appartenesse alla gente Cassia, alla quale sarebbe stata donata dopo le vittoriose campagne contro Taranto, e per la conquista della Grecia. Nella seconda metà dell’xi secolo, il Duca di Puglia e Calabria, Roberto il Guiscardo, concesse questo borgo all’Arcivescovo di Bari. Dopo la fortificazione, avvenuta intorno alla metà del xiv secolo, appartenne ai Del Balzo, agli Acquaviva e ad altri feudatari.

All’epoca della destabilizzazione dei feudi, il borgo risultava intestato, come Principato, agli Averba-D’Aragona. Per distinguerla dalle numerose Cassano presenti sul territorio nazionale, il 14 agosto 1862, il Consiglio Comunale decise la denominazione di “Cassano delle Murge”.

Oggi, Cassano è un centro agricolo e commerciale attivo, e anche se negli ultimi anni si è sviluppata l’attività artigianale, soprattutto nel settore tessile e dell’abbigliamento, gran parte della sua fortuna economica è legata al turismo.

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Cassano

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno