«Sarà un onore per Santeramo ospitare il prossimo Palio dell'Alta Murgia»

Il caposquadra della delegazione santeramana che ha partecipato alla prima edizione del "Palio dell'Alta Murgia" ci spiega come è nata questa esperienza

Attualità
Cassano mercoledì 21 settembre 2011
di Nicola Gatti
©
Come ben sapete sabato scorso c'è stata la proclamazione del vincitore del primo "Palio dell'Alta Murgia" evento inserito nella "Notte del Grillaio" manifestazione organizzata dall'Associazione "Germogli di Stelle" di Cassano delle Murge con il Patrocinio del Comune di Cassano delle Murge, della Provincia di Bari e del Parco dell'Alta Murgia.
La proclamazione è avvenuta con ritardo rispetto alla conclusione del Palio per via di alcuni problemi sorti nello stilare la classifica finale. Oggetto della contesa tra i comuni partecipanti era l'attribuzione di alcuni punteggi per le prove che componevano il Palio. Dopo aver fatto calmierare le acque e dopo un'attenta valutazione dei risultati è risultato vincitore il Comune di Grumo Appula.
Lo stesso, però, non partecipando con la propria delegazione istituzionale risulta essere vincitore del Palio ma non sarà terra ospitante della prossima edizione dell'evento.
L'onere spetterà dunque al comune giunto secondo nella classifica generale ovvero il Comune di Santeramo.
Fermo restando i dettagli burocratici del caso abbiamo voluto sentire da vicino le impressioni di chi il Palio l'ha vissuto da protagonista e, per farlo, ci siamo affidati a Roberto Ficarra, dirigente della "Murgia Basket Santeramo" (rinomata squadra cestistica locale), nonché caposquadra delle delegazione d'atleti santermani che ha partecipato alla manifestazione.

Roberto,come nasce l'avventura del Palio? Chi vi ha contattato?

In realtà nasce casualmente nei primi giorni di agosto con la convocazione da parte della Dott.ssa Bernardi e del responsabile Sport e Cultura Dimartino Tommaso. All'incontro erano presenti i responsabili delle Associazioni di Commercianti, Artigiani, Volontariato e Sportive e ci venne spiegato il funzionamento dell'evento “La notte del Grillaio” e naturalmente il funzionamento del Palio che più ci interessava. Alla seconda riunione il Presidente della Consulta dello Sport (Giuseppe Fraccalvieri) impossibilitato per motivi familiari, ha delegato me, come vice Presidente, a seguire il tutto. Nonostante i dubbi per la partecipazione, in via ufficiale del Comune con l'apposita "Piazza" di Santeramo, noi sportivi, avevamo già fatto girare la voce della partecipazione al Palio con grande entusiasmo.

Come avete selezionato gli atleti che poi hanno partecipato al Palio?

Dopo aver ricevuto il programma e i relativi giochi, ho inviato una mail a tutte le Società Santermane chiedendo di fornirmi due/tre nominativi di atleti. Il giorno successivo mi hanno ricontattato le Società per segnalarmi i ragazzi da inserire nella squadra. Altre, per impegni già presi o perché non avevano maggiorenni, non hanno potuto aderire.

Avete avuto modo di provare i giochi prima della competizione?

Assolutamente no. Pensa che ho spiegato i giochi la stessa sera intorno alle 19:30 circa, tranne per 2 giochi: il tiro con l’arco, dove avevamo un campione (Claudio Martinelli ndr), e il Rugby, dove avevamo degli Atleti che già conoscevano le regole.

Come è stata la manifestazione?

Eccezionale! Certo piccoli imprevisti capitano. L’importante è che non si ripetano poi fanno parte del gioco. Con la Società di Basket, di cui faccio parte, organizziamo tanti tornei anche internazionali e ogni anno capita sempre l’imprevisto ma, anno dopo anno, cerchiamo di migliorarci. Credo che già dal prossimo anno alcuni piccoli problemi saranno sicuramente risolti. Lo dice anche il proverbio“solo chi non fa nulla non rischia nulla”.

Come mai è stata rinviata l'assegnazione del Palio?

Come accade in qualsiasi competizione tutti vogliono vincere. Diciamo che è venuto meno lo spirito sportivo di alcuni partecipanti , quando invece l'intento era divertirsi e socializzare fra i vari comuni. Per questo motivo ci siamo riuniti alle 03:15 della mattina dell'11 e, di comune accordo, abbiamo rinviato il verdetto finale.

Durante la riunione dei capisquadra svoltasi con gli organizzatori qualche giorno prima del verdetto cosa si è deciso?

Purtroppo non ho partecipato, perché ero impegnato al Torneo di Basket del V° Memorial Leone. Ho delegato Claudio Martinelli che insieme a Tommaso Dimartino, presente a Cassano anche come rappresentante comunale, hanno assistito alla riunione. Da ciò che mi hanno riferito la riunione è stata molto tranquilla e, a conclusione della stessa, tutti sono usciti soddisfatti.

Il Palio lo vince Grumo ma Santeramo organizzerà la prossima edizione. Il risultato vi soddisfa?

Certo che ci soddisfa. Sarà un onore per Santeramo e i santermani ospitare il Palio nel 2012. Sicuramente abbiamo fatto una bella figura, anzi sono orgoglioso di aver collaborato con un gruppo di ragazzi, TUTTI, santermani.

Siete già al lavoro, o almeno con la mente, per l'organizzazione della prossima edizione?

Adesso ogni Società sportiva penserà ai propri campionati. Ad anno nuovo ci saranno i primi incontri per visionare le Piazze e altri dettagli. Volevo ricordare che l’Organizzazione dell’evento e del Palio sarà sempre a cura dell’Associazione “Germogli di Stelle” di Cassano mentre a noi toccherà garantir loro la massima collaborazione per la buona riuscita di tutto l'evento.

Chi vorresti ringraziare?

In primis la mia famiglia, mia Moglie e i due splendidi figli, che ho “trascurato” per organizzare la squadra santermana. Per mia fortuna sono sempre vicini nelle mie iniziative Sportive. Desidero inoltre ringraziare,la Dott.ssa Bernardi (sub commissario comunale) che ha creduto nell’iniziativa del Palio e ha invitato tutte le Associazioni a partecipare. Un grazie particolare va al Responsabile Sport e Cultura del Comune di Santeramo, il Sig. Dimartino Tommaso con il quale ci sentivamo 5/6 volte al giorno sopratutto in orari extra lavorativi. Come non ringraziare poi tutte le società sportive di Santeramo , comprese quelle che non hanno potuto aderire a questa edizione ma che sicuramente non mancheranno alla prossima. Un grazie particolare ai ragazzi dell’Associazione “Germogli di Stelle” e l’Amministrazione di Cassano; loro hanno dato vita a una “nottata” divertente che ha coinvolto gente di diversi comuni e di tutte le fasce di età. Voglio anche ringraziare i Comuni che hanno aderito all'iniziativa, senza di loro non sarebbe stato possibile divertirci con i giochi del "Palio dell'Alta Murgia". Grazie anche ai tanti organi di informazione ,su tutti Santeramolive che in collaborazione con gli altri portali del Livenetwork, hanno dato ampio spazio all’evento su tutto il territorio murgiano, "parchigiano" e non solo.
Concludo ringraziando i veri autori di questo traguardo, i miei mitici "16": Claudio, Nicola, Annabella, Laura, Rosalinda, Erasmo, Marco Q., Giuseppe P., Antonio, Marco D., Pierpaolo, Valerio, Giuseppe G., Mina, Ilaria e Angelo. Grazie ragazzi!
Lascia il tuo commento
commenti