Escursionismo

Giornata del Patrimonio, con Trekking Cassano visita tra le più belle grotte del paese

Domenica 21 settembre iniziativa con il Club Unesco di Cassano e la Sezione Puglia della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale)

Attualità
Cassano martedì 16 settembre 2014
di Nicola Diomede
L'escursione in occasione della Giornata Europea del patrimonio
L'escursione in occasione della Giornata Europea del patrimonio © Nicola Diomede

Sabato scorso l’estate ha deciso di indurci a salutare definitivamente (per quest’anno) le nostre passeggiate notturne, riservandoci (forse grazie a qualche amico che avrà consultato uno sciamano per chiedergli una locale…..danza della pioggia!) un trattamento che ricorda Fantozzi o il racconto delle elementari di marzo con il pastorello!

Infatti, in barba alle previsioni che certo qualche volta sbagliano, il temporale ci aspettava al varco ad un paio di chilometri da Matera e, salvo una breve tregua durante la visita al santuario di S.Maria della Palomba (in quella circostanza ha smesso perché eravamo al…..coperto!), ci ha seguito durante il tentativo iniziale in gravina convincendoci infine a rinunciare, per evitare il rischio di pericolosi scivoloni sulla roccia bagnata.

Inutile dire che tornando verso Santeramo la strada era perfettamente asciutta, ma consoliamoci con il ricordo dello spuntino favoloso che, benché consumato sotto gli ombrelli, ci ha consentito di chiudere in bellezza questo ciclo di escursioni notturne brindando con un delizioso e corroborante “vin brulè” della nostra brava guida Domenico.

Per iniziare le nostre passeggiate diurne, domenica 21 settembre, Trekking Cassano avrà il piacere di collaborare con il Club Unesco di Cassano e la Sezione Puglia della SIGEA (Società Italiana di Geologia Ambientale) che organizzeranno degli eventi culturali in occasione della 31^ edizione delle Giornate Europee del Patrimonio.

In questa occasione seguiremo un percorso abbastanza breve (circa 4 km) ma abbastanza impegnativo, in particolare per le caratteristiche del tratto che dalla piccola dolina in località “U Pòpl” si dirige verso sud, lungo la lama che costeggia il vuotano di Santiquando, la grotta dei Briganti e che nel passato collegava con la strada vecchia per Altamura (st.pr.79).

Purtroppo l’antico tratturo che segue il fondo lama non è più percorribile poiché invaso dalla vegetazione arbustiva, a seguito dell’incendio propagatosi lungo tale direttrice nell’agosto 2008.

Si partirà a piedi dal Convento (ore 08.15) dopo la visita alla locale grotta di S.Maria degli Angeli e si sfiorerà la grotta del Lupo, la grotta Nisco, la Cisterna Santiquando e la grotta dei Briganti, con il prezioso supporto didattico dell’amico speleologo Francesco Del Vecchio (CARS di Altamura) il quale guiderà, al termine dell’escursione (previo trasferimento in auto dal Convento), anche la visita ad un’altro bellissima sito, la grotta di Cristo.

Appuntamento dei partecipanti entro e non oltre le ore 08.00, nel parcheggio antistante il Convento. Raccomando l’uso di scarpe da trekking, pantaloni lunghi e cappellino.

Lascia il tuo commento
commenti