L'incontro

Parcheggi e sanzioni ai residenti: i cittadini del centro storico incontrano la Polizia Locale

Una delegazione del Movimento dei Cittadini del Centro Storico ha incontrato il comandante Nicola Dentamaro. Sul tavolo una ipotesi di "compromesso"

Attualità
Cassano domenica 23 maggio 2021
di La Redazione
Parcheggio
Parcheggio © n.c.

Una delegazione del Movimento dei Cittadini del Centro Storico di Cassano nei giorni scorsi ha incontrato il comandante della Polizia Locale, Nicola Dentamaro. Sul tavolo idee e proposte per fermare il degrado del borgo antico e venire incontro alle esigenze dei residenti, a cominciare dal problema dei parcheggi e delle continue sanzioni agli abitanti di Cassano Vecchia.

«Abbiamo conosciuto - spiega Oreste Iavazzo del Movimento dei Residenti del Centro Storico di Cassano delle Murge - un uomo determinato e pieno di energia. Una bella e lunga discussione sul nostro centro storico in cui sono emerse  tantissime criticità. Conveniamo sulla bellezza e sulle potenzialità di Cassano Vecchia e soprattutto sul declino di questi ultimi 10 anni. Sul piatto tanti progetti, dalla pulizia (in questi giorni abbiamo finalmente visto gli addetti alle prese con la pulizia di routine in tutto il centro storico e non solo in alcuni punti chiave) agli edifici in stato di abbandono, dal fitto di case o stanze al limite della decenza alla linea politica adottata. Ma i punti su cui costruire il nuovo progetto per il centro storico e da cui ripartire con urgenza sono due: piano parcheggi e sicurezza».

«Il piano parcheggi - continua Iavazzo - è un progetto fondamentale poiché da molti anni ormai con il progressivo aumento delle automobili, il centro storico di Cassano delle Murge è soffocato dal “parcheggio selvaggio”, dovuto all’assenza di strutture necessarie per la sosta sia momentanea che duratura. Purtroppo la conformazione del centro storico di Cassano delle Murge presenta pochi spazi da destinare alla formazione di aree di sosta. L’esigenza scaturisce dall’impossibilità di dare adeguati spazi per il posteggio delle autovetture dei residenti del centro storico e dei non residenti ( prettamente nelle vicinanze degli esercizi commerciali ), evitando così di dover parcheggiare spesso e volentieri in zone di divieto, in doppia fila, su marciapiedi, ostacolando quindi sia pedoni che autovetture. Noi residenti del centro storico purtroppo stiamo subendo in prima persona la mancanza di un preciso piano parcheggi con stalli per la sosta esclusivi per chi abita nel centro storico, puntualmente ogni giorno troviamo contravvenzioni sulle nostre autovetture magari per non aver esposto il disco orario di sabato mattina oppure per non aver spostato la vettura dallo stallo dopo una sola ora».

«Capiamo che i vigili stanno soltanto facendo il loro lavoro e lo rispettiamo - conclude Iavazzo - ma non possiamo continuare in eterno, abbiamo protocollato diverse volte con diverse amministrazioni una bozza per il nuovo piano parcheggi e nell'attesa che questa amministrazione riesca ad adottare seri provvedimenti di natura politica, chiediamo un piccolo compromesso. Come movimento siamo disposti a stampare dei tagliandi da esporre sul cruscotto delle nostre macchine (ovviamente ad uso solo ed esclusivo degli abitanti del centro storico) per riconoscere la vettura di un residente ed evitare le continue sanzioni».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • benito gobbo ha scritto il 24 maggio 2021 alle 15:32 :

    ma che cosa demenziale i pass autostampati. Tipico del soggetto paesano: questa è la macchina di un residente e anche se è in divieto, non multarla scià... Vivete in un luogo degradato... un po' come tutto cassano d'altronde... Rispondi a benito gobbo

  • Philippe raphael ha scritto il 23 maggio 2021 alle 09:10 :

    Bisogna anche fare le stradine con unico senso di marcia .tipo via Cavour a doppio senso ed e larga appena 2,80 Rispondi a Philippe raphael