Il fatto

La Di Medio cerca casa per i profughi afghani: l'appello della sindaca ai cittadini

La prima cittadina chiede ai cittadini di mettere a disposizione del Comune delle unità abitative dove alloggiare i profughi

Attualità
Cassano martedì 24 agosto 2021
di La Redazione
Maria Pia Di Medio
Maria Pia Di Medio © Gianni Spina

Servono case per ospitare i profughi afghani.

E' l'appello che la sindaca Maria Pia Di Medio lancia dal sito del Comune ai cittadini affinché mettano a disposizione dell'ente locale delle unità abitative dove alloggiare i profughi.

«La drammatica situazione degli Afgani - scrive la prima cittadina - ci vede coinvolti dal punto di vista umanitario e civile. L'accoglienza è un aspetto del nostro carattere che ci identifica come Popolo. Per questo motivo mi rivolgo a tutti i cittadini affinchè sia possibile reperire unità abitative (per il momento in disuso) per ospitare temporaneamente i Profughi Afgani, fuggiti da un sistema oppressivo e limitante della democrazia e della libertà di sceltà di ogni Essere Umano. Purtroppo, come Comune, non abbiamo,in questo momento, disponibilità di alloggi nè, dal punto di vista dell'idoneità sanitaria, di strutture da poter adibire a tale scopo. Sarebbe un gesto di grande umanità mettere a disposizione degli alloggi che il Comune potrà provvedere ad arredare e fare gli opportuni allacci di corrente, acqua e gas, per ospitare».

Chi fosse disponibile a mettere a disposizioni delle unità abitative deve inviare, entro il 25 agosto, i propri dati (nome, cognome e numero di telefono) all'indirizzo sindaco@comune.cassanodellemurge.ba.it.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • S.G. ha scritto il 24 agosto 2021 alle 14:18 :

    Invece di pensare a questa gentaglia, aiutiamo i cittadini italiani ad avere una vita dignitosa. Davvero mi vergogno.di essere italiano. Nn bastano gli extracomunitari che sono diventati padroni dei nostri comuni, adesso anke questi pazzi talebani. Nn ho davvero parole....... Rispondi a S.G.

  • Maria P. ha scritto il 24 agosto 2021 alle 12:35 :

    Non ho capito come funziona, uno mette a disposizione una casa sua? Gratis? E per quanto tempo? Non è affatto chiaro. Rispondi a Maria P.

  • Franco ha scritto il 24 agosto 2021 alle 09:11 :

    Come sempre c'è chi fa affari con la guerra e poi tocca ai cittadini occuparsi degli effetti collaterali. Rispondi a Franco