Il provvedimento

I tir provenienti da Bari non potranno attraversare il paese: ecco il divieto di transito

Ordinanza del comandante Dentamaro: per i mezzi pesanti provenienti da Santeramo occorrerà invece coinvolgere la Città Metropolitana e altri Comuni per deviare il traffico a monte

Attualità
Cassano mercoledì 13 ottobre 2021
di La Redazione
Divieto di transito
Divieto di transito © n.c.

Autocarri, autotreni ed autoarticolati che provengono da via Sannicandro, via Adelfia, via Acquaviva e via Sant'Antonio Abate non potranno attraversare il centro urbano di Cassano.

Lo stabilisce l'ordinanza sindacale emanata dal comandante della Polizia Locale, Nicola Dentamaro, che dispone il divieto di transito nel centro urbano per i veicoli di massa a piena carico superiore a 3,5 tonnellate provenienti dalla zona a nord del paese (esclusi i mezzi di emergenza).

Il provvedimento del comandate Dentamaro - si legge nell'ordinanza - nasce da una sollecitazione della sindaca Di Medio, che con una nota ha manifestato al responsabile del Settore della Polizia Locale «la necessità di adottare provvedimenti mirati in materia di circolazione stradale per salvaguardare la pubblica incolumità principalmente nei confronti dei c.d. utenti deboli quali bambini, pedoni, ciclisti, motociclisti, genitori con passeggini, persone anziane, portatori di handicap, nonché a tutela dell'ambiente e del territorio dato il progressivo aumento del traffico veicolare registratosi negli ultimi tempi lungo le arterie principali».

Il provvedimento nasce anche dalla constatazione - si legge nell'ordinanza - che «le strade attualmente utilizzate per il transito dei mezzi pesanti sono fiancheggiate da edifici, negozi, pubblici esercizi e giardini pubblici le cui caratteristiche struturali e dimensionali, a causa del passaggio indiscriminato soprattutto di tali mezzi, il cui incrocio nei sensi opposti di marcia risulta sovente non agevole, è tale da arrecare disagi e pericoli per la pubblica incolumità, oltre a comportare negative ripercussioni soprattutto per la sicurezza della circolazione stradale oltre che per la qualità dell'ambiente».

Nel dettaglio il divieto di transito sarà apposto in queste vie:

  • Viale Unità d'Italia dall'intersezione tra la S.P. 145 e Via Cola di Rosa;
  • Via Mellito dall'intersezione con Via Padre Pio;
  • Via Padre Bernardino da Cassano dall'intersezione con Via Madre Teresa di Calcutta;
  • Via Grumo dall'area di intersezione con Via Fornace;
  • Via Bitetto dall'intersezione con Via Fornace/Via Pepe;
  • Via Pepe da Via Bitetto;
  • Via Sannicandro dal cavalcavia Via Martiri d'Otranto;
  • Via Sannicandro dalla rotatoria con Via E. Carafa;
  • Via Adelfia dalla rotatoria con Via E. Carafa;
  • Via Acquaviva dalla rotatoria con via E. Carafa;
  • Via Federico II dalla rotatoria con Via Acquaviva.

Il traffico proveniente dalla zona di Bari verso Santeramo dovrà necessariamente utilizzare la "Acquaviva - Santeramo", cioé dovrà percorrere le strade provinciali 48, 170, 127 verso il Miulli utilizzando quella che di fatto è già una "circonvallazione" esistente.

Per i mezzi pesanti provenienti da Santeramo occorrerà invece coinvolgere la Città Metropolitana per deviare il traffico a monte: sarà necessaria una conferenza di servizi ad hoc con i Comuni interessati.

Il divieto, superati i tempi per eventuali opposizioni, sarà in vigore non appena sarà installata la segnetica. 

Lascia il tuo commento
commenti