Il provvedimento

Piazza Dante: giro di vite contro gli incivili, grandi e piccoli

La sindaca Di Medio ha emanato una ordinanza a tutela del decoro del giardino e del Monumento ai Caduti di tutte le guerre. Per i trasgressori sanzioni da 25 a 500 euro

Attualità
Cassano giovedì 14 ottobre 2021
di La Redazione
Scatti dalla cerimonia in onore di Rossani e dei caduti della Grande Guerra
Scatti dalla cerimonia in onore di Rossani e dei caduti della Grande Guerra © Gianni Spina

Sanzioni da un minimo di 25 euro ad un massimo di 500: a tanto potrà costare giocare a pallone, ma anche abbandonare rifiuti, consumare bevande alcoliche, abbandonare deiezioni canine, imbrattare, fare schiamazzi e rumori in genere in piazza Dante.

La scarsa educazione di tanti cittadini, grandi e piccoli, e le inevitabili difficoltà nel controllo dei luoghi pubblici da parte della forza dell’ordine, hanno indotto la sindaca Maria Pia Di Medio ad emanare una ordinanza a tutela del decoro di piazza Dante Alighieri e soprattutto del Monumento ai Caduti di tutte le guerre, simbolo per eccellenza del senso civico, dell’attaccamento al bene pubblico, del senso di comunità.

Un giro di vite contro comportamenti che - si legge nelle motivazioni del provvedimento della prima cittadina - determinano “un senso di insicurezza nei cittadini”, pregiudicano “la quiete e la tranquillità”, comportano “precarie condizioni di nettezza”, creano “situazioni di pericolo”.

Sara comunque utilizzabile l’area giochi posta nel giardino ed usufruire dei tavoli delle attività commerciali della zona.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Michele IEZZA ha scritto il 14 ottobre 2021 alle 16:25 :

    Per debellare in maniera definitiva questi incresciosi comportamenti sarebbero da valorizzare gli impianti di videosorveglianza e l'utilizzo di agenti in borghese. Rispondi a Michele IEZZA