Salute

Picco di influenza a Natale, Di Medio ai cassanesi: «Fate il vaccino»

L'invito della sindaca ai cittadini nella sua qualità di fiduciario di Cassano dell'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari

Attualità
Cassano venerdì 26 novembre 2021
di La Redazione
Influenza
Influenza © n.c.

E' arrivata l'influenza stagionale: occorre vaccinarsi. L'appello lo fa la sindaca Maria Pia Di Medio, nella sua qualità di fiduciario di Cassano dell'Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Bari. «Poichè dagli ultimi rapporti sanitari - afferma la prima cittadina - si evince che, quest’anno, il picco di influenza si avrà intorno a Natale, si informano i cittadini di Cassano che è in pieno svolgimento la Campagna Vaccinale Antinfluenzale e che pertanto possono rivolgersi al proprio Medico di famiglia per essere sottoposti alla vaccinazione. Si rende noto inoltre che sono a disposizione dei Medici di famiglia le dosi di vaccino Antipneumococcico, fortemente raccomandato per i soggetti affetti da patologie debilitanti, malattie polmonari e Bronchite cronica. Per quanto riguarda le terze dosi di vaccino per Covid 19, la ASL ha iniziato la distribuzione (che avverrà a step) ai Medici di famiglia per le somministrazioni domiciliari ai soggetti non deambulanti (prioritariamente) e , a seguire, agli anziani, fragili e occupati in attività di primaria importanza sociale. In questo modo si supplisce al fatto che Cassano non è sede di Hub dipartimentale. I Medici vacccinano presso i propri studi e pertanto si invitano i cittadini a mettersi in contatto con loro per prenotare la vaccinazione. Ogni medico fornirà le indicazioni su come intende organizzare la propria attività vaccinale e le sedute, tenendo condo della concomitanza delle diverse tipologie che, necessariamente, devono essere programmate e opportunamente distanziate».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 26 novembre 2021 alle 18:58 :

    Intanto però il tracciamento è completamente saltato: non si sa chi si contagia, dove e perché. Rispondi a Franco