Abbiamo intervistato l'Assessore Carmelo Briano per quanto concerne l'emergenza rifiuti a Cassano.

Emergenza rifiuti nel nostro paese: intervista a Carmelo Briano

In occasione dell'evento:"Puliamo il Mondo" di Legambiente, abbiamo intervistato l'Assessore Briano per capire come si sta affrontando il problema dei rifiuti a Cassano.

Attualità
Cassano martedì 19 settembre 2017
di Paola Massaro
Tavolo tecnico organizzato da Briano
Tavolo tecnico organizzato da Briano © Paola Massaro

In occasione dell'evento organizzato da Legambiente: "Puliamo il Mondo", abbiamo posto alcune domande all'Assessore per

l'ambiente Carmelo Briano.

- Assessore, come ben sappiamo l'emergenza rifiuti è in ormai in atto. La gente si lamenta di continuo poiché la

situazione non è delle migliori . Quali consigli darebbe alla popolazione cassanese (e non solo) per cercare di

ridimensionare il problema? Ci sono dei progetti in atto?

Consiglierei alla popolazione di seguire le regole, avere un comportamento consono in modo tale che l'ambiente rimanga

pulito.

Ci sono delle bonifiche in atto e le stesse comprenderanno circa novanta siti su tutto il territorio locale. Per quanto concerne i

possessori di lastre di amianto, sussiste l'obbligo di denuncia da parte dei cittadini che hanno costruzioni di lastre di amianto.

Una volta che la denuncia viene effettuata dal cittadino stesso, la ASL provvede con il recupero delle lastre, l'incapsulamento

e lo smaltimento dei rifiuti.

- Per quanto concerne la gara d'appalto con capofila Altamura vinta dalla ditta Piemontese, saprebbe darmi maggiori

informazioni a riguardo? Cassano aderirà oppure continuerà con la Tradeco?

Per il momento l'attuale ditta appaltatrice è la Tradeco. Per quanto concerne la nuova ditta appaltatrice non è stato sottoscritto

ancora alcun contratto e ci sono dei ricorsi (o meglio delle decisioni) in itinere. Con il tempo valuteremo se ci conviene

rimanere con la Tradeco oppure passare alla nuova ditta appaltatrice. Non posso pronunciarmi a riguardo finché il tutto non

sarà definito.

-La Tradeco funziona bene? Ci sono dei finanziamenti in atto da parte della Regione per cercare di risolvere il

problema? Quanto viene speso ogni anno per l'emergenza rifiuti?

Attualmente non ci sono finanziamenti in atto da parte della Regione che in genere finanzia solo i costi della raccolta dei rifiuti.

Attualmente tutto è a carico della Tradeco (attuale ditta appaltatrice) che a sua volta può recuperare fino a 4 tonnellate di

amianto. Finora non sono state superate le 4 tonnellate di amianto. La Tradeco funziona bene.

-I cittadini rivolgono l'attenzione ad un problema piuttosto serio: la presenza di rifiuti nei borghi circostanti la

Foresta Mercadante (e non solo) . A breve si svolgerà l'iniziativa:"Puliamo il Mondo", come ben sappiamo tutto ciò

non basta poiché se da un lato c'è gente che si prodiga per mantenere l'ambiente pulito, dall'altro lato c'è chi

sporca. Come pensate di risolvere il problema?

Abbiamo intenzione di mettere telecamere di videosorveglianza per poter controllare chi infrange le regole.

- I randagi ovviamente, si avvicinano ai rifiuti e la gente lascia cibo ovunque, inoltre, molti randagi vengono

avvelenati. Saprebbe darmi maggiori informazioni a riguardo?

La gente non deve lasciare il cibo per i randagi in strada. I canili non possono ospitare tutti i cani e la legge prevede che i

cani (almeno quelli non aggressivi) vengano accalappiati, microcippati, sterilizzati e rimessi sul territorio, dunque i cani

diventano di proprietà del Comune. Un singolo cane costa circa 2,10 euro al giorno che corrispondono a poco più di

sessanta euro mensili.

Si spera che il problemi legati al fenomeno randagismo e rifiuti vengano risolti al più presto e nel migliore dei modi. Auguriamo

a tutta l'Amministrazione comunale di agire per il bene del paese. Buon lavoro a tutti!


Lascia il tuo commento
commenti