Da Palazzo di città

Cuore della Puglia, a maggio i Comuni del circuito presenteranno a Matera i propri tesori

Il comitato operativo, riunitosi nei giorni scorsi ad Acquaviva sotto la presidenza del primo cittadino acquavivese Davide Carlucci, ha deciso di dar corso ad una serie di iniziative legate al programma degli eventi materani

Attualità
Cassano lunedì 11 marzo 2019
di La Redazione
Incontro associazione Cuore della Puglia
Incontro associazione Cuore della Puglia © Comune di Gravina

Il Cuore della Puglia? Batte anche a Matera2019. Sarà la capitale europea della cultura a sfoggiare i tesori pugliesi, racchiusi nello scrigno dell’associazione che vede unite in rete diverse città – Gravina, Acquaviva, Andria, Casamassima, Cellamare, Rutigliano, Turi, Putignano, Cassano delle Murge - con un unico obiettivo: favorire l’aggregazione delle comunità che hanno deciso di tutelare le proprie tipicità agricole in un’ottica sostenibile e innovativa, resistendo all’omologazione alimentare imposta dalle logiche di mercato e proponendo un diverso modello di sviluppo alle nuove generazioni.

Il comitato operativo dell’associazione, riunitosi nei giorni scorsi ad Acquaviva sotto la presidenza del primo cittadino acquavivese Davide Carlucci, ha deciso di dar corso ad una serie di iniziative legate al programma degli eventi materani. Sarà della partita anche Gravina, rappresentata alla seduta del comitato dall’assessore Felice Lafabiana. «Il valore aggiunto che “Cuore della Puglia” incarna – dice l’assessore gravinese – diventerà il perno di una giornata intera, che vedrà le diverse realtà territoriali associate presentare le proprie risorse storiche, culturali ed enogastronomiche».

Già individuata una possibile data: 25 Maggio 2019. «In quella occasione – puntualizza Lafabiana – ogni Comune dell’associazione parteciperà con delegazioni di studenti delle scuole superiori, dei produttori locali, delle Pro Loco e degli uffici di promozione turistica, per dare così visibilità ai prodotti tipici ed alle migliori ricette, ma pure per diffondere la conoscenza del patrimonio ambientale e culturale delle città aderenti al circuito. Gravina ovviamente non mancherà».

A tal fine, nei prossimi giorni, su iniziativa proprio dell’assessore Lafabiana, saranno convocati specifici incontri organizzativi.

Lascia il tuo commento
commenti