Volontariato

Festa della Mamma, torna l’appuntamento con “L’Azalea della Ricerca" per l'Airc

"Contro il cancro, io ci sono" è il motto della manifestazione in programma lungo la Penisola domenica 12 maggio: banchetti anche a Cassano e Acquaviva

Attualità
Cassano venerdì 10 maggio 2019
di La Redazione
“L’Azalea della Ricerca
“L’Azalea della Ricerca" per l'AIRC a Cassano ed Acquaviva © n.c.

Tornano in tutta Italia le Azalee dell'Airc, l'Associazione Italiana per la Ricerca Contro il Cancro, che ogni anno in occasione della “Festa della Mamma” organizza la vendita benefica dei fiori alleati nella lotta ai tumori femminili; "Contro il cancro, io ci sono" è il motto della manifestazione in programma lungo la Penisola domenica 12 maggio.

Dai grandi centri urbani ai piccoli comuni di provincia, ventimila volontari Airc scenderanno in circa 3.700 piazze per dare continuità ai progressi della ricerca attraverso la distribuzione di coloratissime azalee con le quali sarà possibile fare un regalo speciale a tutte le mamme e a tutte le donne.

Come ogni anno, le volontarie dell’AIRC di Cassano allestiranno il gazebo per la vendita delle azalee, in due luoghi:

  • a Cassano, in p.zza Garibaldi (villa comunale, angolo con via Maggiore Turitto);
  • ad Acquaviva, in p.zza Vittorio Emanuele.

A fronte di una donazione di 15 euro, insieme a ogni pianta verrà consegnata una “Guida” con informazioni sui più recenti progressi della ricerca, commenti degli esperti e indicazioni sull’importanza di adottare abitudini e comportamenti salutari.

Non un semplice fiore ma una preziosa alleata della salute al femminile, che in oltre 30 anni ha contribuito a migliorare la qualità di vita delle donne rendendo il cancro al seno e agli organi riproduttivi sempre più curabili, portando nuova linfa al lavoro dei ricercatori impegnati in questa battaglia.

Nell'ultimo triennio Airc ha messo a disposizione degli scienziati più di 32 milioni di euro per studi sulla prevenzione, la diagnosi e la cura del cancro, un impegno straordinario per affrontare queste neoplasie che, solamente lo scorso anno, in Italia si stima abbiano colpito 68.300 donne.

Lascia il tuo commento
commenti