Sport e natura e pets

Fly Dog, nuova disciplina sportiva cinofila a Cassano

Il giovane imprenditore Andrea Petrone ha inaugurato il suo nuovo progetto: un vero e proprio allenamento che aiuta il cane a migliorare le proprie caratteristiche psico-fisiche e a far valere le proprie potenzialità

Attualità
Cassano giovedì 13 giugno 2019
di La Redazione
Il taglio del nastro di Fly Dog a Cassano
Il taglio del nastro di Fly Dog a Cassano © n.c.

L'8 giugno si è svolta la cerimonia di inaugurazione del "Fly Dog" presso l'Agriturismo Fasano, a Cassano delle Murge, cornice perfetta per una serata completamente dedicata allo sport, alla cinofila e al buon cibo.

«L'evento - si legge in una nota - ha rappresentato la concreta realizzazione di un sogno da parte di un giovane imprenditore Cassanese, Andrea Sergio Petrone, che, con la sua determinazione, ha portato avanti questo progetto, trasformando ciò che era solo un'invenzione in un brevetto di modello di utilità a livello italiano, europeo e internazionale, arrivando a coprire ben 98 Stati.

L'evento ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Cassano delle Murge, della Regione Puglia e dell'Università di Bari, e ha visto la presenza del Sindaco della nostra città, Maria Pia Di Medio; del Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Puglia, Pino Tulipani; e del Docente di Anatomia Patologica presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria di Bari, la professoressa Antonella Tinelli.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno partecipato anche il Presidente della Fisc - Federazione Italiana Sport Cinofili, Piero Acquaro, e altri esponenti delle istituzioni politiche e religiose.

Il paese di Cassano delle Murge comincia a divenire un valore di riferimento capace di sviluppare eccellenze nell'ambito della cinofilia. Questo nuovo sport rappresenta, infatti, una grande innovazione per i nostri amici a quattro zampe che hanno ora la possibilità di mettersi in gioco, cimentandosi in un percorso ad ostacoli, di difficoltà crescente, ad un' altezza di 1.20 m

Non si tratta solo di divertimento ma anche di un vero e proprio allenamento che aiuta tutti i cani, a prescindere dalla razza e/o dal sesso, a migliorare le proprie caratteristiche psico-fisiche e a far valere le proprie potenzialità.

Perché un cane non deve essere solo bello, ma anche, e soprattutto, sano, forte e sicuro di sé!»

Lascia il tuo commento
commenti