La nota

«Quanto prescritto da Asl è stato già effettuato nei mesi scorsi»: in Comune comunicazione nel caos

In una nota l'amministrazione comunale fa il resoconto dell'incontro di ieri tra genitori e Campanale e afferma: «La proroga ci sarà anche se non è necessaria»

Attualità
Cassano venerdì 30 agosto 2019
di La Redazione
Il palazzo municipale di Cassano
Il palazzo municipale di Cassano © cassanolive

«Quanto prescritto dalla Asl è stato già effettuato nei mesi scorsi».

C’è scritto proprio questo nel comunicato diffuso dal Comune che contiene un resoconto dell’incontro di ieri tra assessore Campanale e genitori.

Una affermazione incomprensibile: l’incontro di ieri verteva proprio sui lavori che il Comune si appresta a fare per rispondere alle prescrizioni dell'Asl, senza i quali la scuola non potrebbe essere fruibile da insegnanti e alunni (come evidenziato dalla nota della dirigente scolastica).

Una comunicazione, quella dell’improvvisato “ghostwriter” assoldato dal Comune, in pieno stato confusionale.

In ogni caso questa è la nota integrale del Comune.

«Durante l’incontro spontaneo organizzato da alcuni genitori degli alunni della scuola media è intervenuto l’i assessore Michele Campanale in qualità di genitore. Ha avuto la possibilità di ribadire la massima attenzione ai nostri studenti soprattutto attraverso l’istruzione, quale principio cardine per la crescita della nostra comunità.

Pertanto gli allarmismi di taluni urlatori che gridano alla staticità o peggio inettitudine dell’amministrazione saranno puntualmente disattesi con l’apertura regolare della scuola il 18 settembre prossimo.

È stato ribadito anche che, sebbene non vi sarebbero problemi ad espletare i lavori previsti da progetto ed a terminarli entro fine anno, termine entro cui è previsto la conclusione, al fine di non creare disagi alle famiglie, e soprattutto al fine di tener fede alla promessa del sindaco di nessun doppi turni come richiesto dai genitori, l’amministrazione ha facoltà di chiedere la proroga dei consegna dei lavori. Per questo l’ingegnere comunale, Domenico Satalino, domani, venerdì 30 agosto, incontrerà la Task force edilizia scolastica della regione Puglia.

Pertanto vorremmo rasserenare gli animi e comunicare a chi invece “gufa” dicendo che i lavori non saranno espletati nei termini previsti o peggio che il finanziamento tornerà al mittente, che è chiaro che la realtà dei fatti è di tutt’altra natura: i lavori si faranno e senza alcun disagio per i docenti, i ragazzi e le loro famiglie con la proroga anche se non sarà necessaria. A questo proposito ci fa specie e stigmatizziamo la presenza all’incontro di ex politici non in qualità di genitori, ma di semplici sobillatori di popoli mossi dal becero intento di creare allarmismi inutili per un mero tornaconto personale.

I lavori di messa in sicurezza, poi, saranno effettuati per tempo e riguarderanno alcuni ripristini murari. Quanto prescritto dalla Asl è stato già effettuato nei mesi scorsi.

Ci teniamo a comunicare che la struttura è stabile, anche se vetusta, tanto è vero che il giorno in cui c’è stato il terremoto, la struttura è stata immediatamente monitorata e riaperta subito dopo il sopralluogo poiché non vi era la presenza di alcuna lesione, esattamente come è stato per le altre scuole di Cassano.

Nella giornata di mercoledì è avvenuto un nuovo sopralluogo da parte dei tecnici della ditta progettista. E ricordiamo, in conclusione, che gli interventi previsti dal progetto sono mere operazioni di restyling che nulla hanno a che vedere con la staticità della struttura o altro».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Gazza Ladra ha scritto il 30 agosto 2019 alle 14:19 :

    A forza di inventare balle su tutta questa faccenda finiscono con il perdere il filo... che pena! Rispondi a Gazza Ladra

  • Azzurra Mastrangelo ha scritto il 30 agosto 2019 alle 10:09 :

    Tanta falsità in questo articolo. C'ero anche io all'incontro di ieri sera . Abbiamo letto alla presenza dell'Assessore tutti i punti elencati dalla Asl e dal RSPP della Scuola Media e che sono lavori ancora da espletare . La parola "restyling" non si adatta ai lavori di urgenza da eseguire, perché nei lavori di urgenza non è previsto dare una nuova immagine allo stabile. Scegliere di usare la parola restyling è sinonimo di confusione da parte dell'Amministrazione ed è pura disinformazione offerta dall'amministrazione alla cittadinanza, significa negare l'evidenza che oggi 30/0819 non è agibile. Chiederei cortesemente alla Redazione di CassanoLive.it di pubblicare, se possibile, sia la lettera dell'ASL che la relazione del RSPP Rispondi a Azzurra Mastrangelo