La nota

Si inaugura il nuovo Maugeri a Bari, Angiola (M5S): «Non ci andrò, giorno triste per Cassano»

Il parlamentare pentastellato spiega in una nota perché non parteciperà all'inaugurazione

Attualità
Cassano lunedì 28 ottobre 2019
di La Redazione
Villa Patrizia a Bari, la nuova sede della Maugeri
Villa Patrizia a Bari, la nuova sede della Maugeri © web

Si avvicina il giorno dell'inaugurazione del nuovo Maugeri a Bari (fissata per il prossimo 5 dicembre).

Nonostante figuri tra gli invitati, l'on, Angiola non parteciperà alla cerimonia. Il perché lo spiega in una nota.

«Nella vicenda del IRCCS Maugeri di Cassano delle Murge - afferma il parlamentare pentastellato - , ci sono gravissime responsabilità da parte del Comune e della Regione. E non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire.

Lo scippo della struttura ospedaliera che da Cassano migra a Bari a Santa Fara, sta arrecando un colpo micidiale alla fragilissima economia locale di Cassano delle Murge. Il Comune di Cassano è stato incapace di districarsi tra deroghe a vincoli e autorizzazioni. Il giudizio negativo trascina tutta la classe politica che ha amministrato Cassano negli ultimi 10 anni almeno.

Il dott. Mauro Carone, dal 2009 Primario della Pneumologia all’IRCCS Maugeri di Cassano, nonché Direttore sanitario dello stesso Istituto dal 2012, così ebbe a dire in merito a questa pietosa vicenda: “Se ci fosse stata una sollecita risposta alle esigenze nate per la ristrutturazione oggi saremmo qui a parlare dell’inaugurazione di un ampliamento che consentiva una migliore vivibilità e cura per i pazienti e i lavoratori”. Il Comune di Cassano non è stato all’altezza della situazione! Ne deriva una bocciatura totale per questa inetta amministrazione Di Medio.

La seconda considerazione riguarda la Regione Puglia. Il dott. Migliavacca, direttore generale di IRCCS Maugeri affermò con riferimento alla Regione Puglia “con cui è attivo un solido dialogo” che essa “aveva valutato positivamente lo spostamento delle attività del nostro IRCCS pugliese di Cassano Murge (Ba) nella città di Bari, al fine di garantire un miglior servizio ai pazienti e un più efficace raccordo con le eccellenze sanitarie della città”.

La Regione se avesse avuto a cuore le sorti dei cittadini di Cassano e del territorio murgiano doveva opporsi strenuamente e con ogni mezzo a questo inaccettabileprogetto. Come ha potuto il Presidente Michele Emiliano non capire che spostando un presidio ospedaliero così importante da una piccola cittadina come Cassano delle Murge, il territorio ne risenteimmediatamente, pesantemente e irrimediabilmente?

Insomma abbiano avuto personaggi politici, a cominciare dalla sindaca Di Medio e dal Presidente Emiliano, con tutti i loro amici e compagni, tutti corresponsabili, che non sono stati e non sono in grado di fare gli interessi dei cassanesi!

Ho ricevuto un invito per l’inaugurazione della nuova sede del Maugeri a Bari a Santa Fara. Ringrazio la Società per l’invito, ma, per protesta nei confronti di una inetta classe politica che ha gestito in modo maldestro e gravemente negligente l’intera vicenda, io e i miei collaboratori non abbiamo nessunissima intenzione di avallare e giustificare con la nostra presenza uno scippo perpetrato ai danni degli ignari cittadini di Cassano delle Murge e della Comunità murgiana. È un giorno triste per Cassano delle Murge. È una brutta pagina della storia politica del nostro territorio. Non c’è niente da celebrare, da festeggiare e ….da brindare!».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Cosimo ha scritto il 29 ottobre 2019 alle 20:23 :

    Fa impressione non considerare gli aspetti ambientali nelle cure... Riabilitazione respiratoria? Meglio vicini al piccolo polmone verde... Perché medici e scienziati privilegiano certe scelte? Alla fine i pazienti vivranno la loro riabilitazione vicino ad un fiume di auto... All'orizzonte cemento anziché azzurro e verde Rispondi a Cosimo