La nota

Maugeri, Angiola: «Da Emiliano e Di Medio stratosferica presa in giro: porto vicenda in Parlamento»

Oggi il primo sit-in di protesta dinanzi all'ingresso della ex Fondazione "Maugeri" di Cassano dei lavoratori addetti alle pulizie che rischiano il posto. Sulla vicenda interviene il parlamentare del Movimento 5 Stelle

Attualità
Cassano venerdì 29 novembre 2019
di La Redazione
Nunzio Angiola, deputato del MoVimento 5 Stelle
Nunzio Angiola, deputato del MoVimento 5 Stelle © n.d.

Oggi primo sit-in di protesta dinanzi all'ingresso della ex Fondazione "Maugeri" di Cassano dei lavoratori addetti alle pulizie che con il trasferimento della sede da Cassano a Bari rischiano il licenziamento.

Non ci sarebbe una "clausola sociale", infatti, che obbligherebbe il nuovo appaltatore del servizio presso la nuova sede di via Cotugno a Bari, di assorbire i lavoratori impegnati in questi anni nella struttura cassanese.

A rischio di perdere il posto di lavoro ci sarebbero 19 persone delle 23 attualmente occupate: fonti sindacali confermerebbero che 4 operaie della vecchia cooperativa sono state assorbite dalla nuova impresa.

Sulla vicenda interviene ancora una volta il deputato del Movimento 5 Stelle Nuznio Angiola.

«Rossana Angiulo e Giorgio Lacasella del meetup M5S di Cassano delle Murge - dichiara il parlamentare santermano - mi riferiscono della tragedia che stanno attraversando ben 23 lavoratori finora addetti alle pulizie del Maugeri.

Che la storia del trasferimento del Maugeri da Cassano delle Murge a Bari-Santa Fara, avesse rappresentato una stratosferica presa in giro per tutta la comunità murgiana, è ormai fin troppo chiaro a tutti.

Ma il fatto che la Maugeri, nella totale indifferenza o disattenzione della inetta amministrazione Emiliano e della insignificante amministrazione Di Medio, evitasse addirittura di inserire una qualsivoglia clausola di salvaguardia dei lavoratori, soprattutto cassanesi, reietti e abbandonati al loro destino, nelle gare di affidamento dei servizi, questo è veramente troppo e rappresenta una offesa alla intelligenza dell’intera comunità murgiana.

Mi attiverò portando all’attenzione del Ministro Patuanelli e del Parlamento della Repubblica Italiana questo comportamento censurabile e privo di un minimo di buon senso. Ci riempiamo la bocca di Responsabilità Sociale di Impresa, ma qui mancando i minimi rudimenti di rispetto per una comunità trafitta, a causa di una vicenda, quella del trasferimento a Bari della Maugeri, che sa sempre più dell’incredibile».

Lascia il tuo commento
commenti