Fede

Emergenza coronavirus: "Restiamo a casa ma non siamo soli", l'iniziativa della comunità cristiana

Ogni giorno alle 18.30 suoneranno le campane e ci sarà un momento di preghiera

Attualità
Cassano mercoledì 11 marzo 2020
di La Redazione
Chiesa madre a Cassano
Chiesa madre a Cassano © cassanolive

Le comunità cattoliche di Cassano delle Murge hanno deciso da questa sera di non lasciare solo chi resta a casa per via dell'emergenza coronavirus.

"Ogni sera alle 18,30 nel nostro comune suoneranno a distesa le campane", scrivono in un messaggio i sacerdoti ed i religiosi di Cassano.

"Per due minuti il suono ci inviterà a un momento di preghiera e riflessione, rimanendo nelle nostre case".

"I sacerdoti reciteranno il rosario e alle 19,00 celebreranno l'Eucaristia nelle cappelle a porte chiuse e senza partecipazione fisica di popolo. Così saremo un cuor solo e un'anima sola anche se i nostri corpi sono "a distanza". Tutti i fedeli possono unirsi recitando il rosario e seguendo la Santa Messa trasmessa alle 19,00 sul canale 28 SAT 2000.

Invitiamo anche tutti gli altri credenti, di altre confessioni cristiane e religioni, ad unirsi nella preghiera secondo la propria fede e i propri riti.

Un momento di riflessione e di invocazione al proprio Dio può accomunare gli uomini e le donne di buona volontà.

NOI RESTIAMO A CASA MA NON SIAMO SOLI! Dio nostra Speranza è con noi!", conclude la nota.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 12 marzo 2020 alle 18:06 :

    Nessuno può impedire visite in Chiesa se si mantengono le distanze. Non è proibito uscire da casa. Tra le "necessità" non c'è solo quella di procurarsi il cibo o.....le sigarette. Rispondi a Franco

  • Maria P. ha scritto il 12 marzo 2020 alle 09:28 :

    BRAVISSIMI! Rispondi a Maria P.