Il fatto

Scuola, l'apertura slitta ancora: lezioni al via il 5 ottobre

Ad annunciarlo su Facebook la dirigente Lazazzera: «Si è accettata la proposta di Sindaco e assessori - spiega la dirigente - di uno slittamento di soli 5 giorni che riguarderà sia il nostro Istituto che il Liceo»

Attualità
Cassano mercoledì 23 settembre 2020
di La Redazione
La Scuola Media  Ruffo  di Cassano
La Scuola Media Ruffo di Cassano © n.c.

Slitta di 5 giorni l'apertura dell'anno scolastico a Cassano.

Ad annunciarlo è la stessa dirigente scolastica Ippolita Lazazzaera con una nota su Facebook. «Si è accettata la proposta di Sindaco e assessori - spiega la dirigente - di uno slittamento di soli 5 giorni che riguarderà sia il nostro Istituto che del il Liceo».

Nelle prossime ore ci sarà l'ufficialità della decisione con una ordinaza che sarà emanata dalla sindaca Maria Pia Di Medio.

«Negli ultimi giorni - scrive la dirigente scoalstica Lazzazzera - ho lavorato concordemente con tutto il Consiglio di istituto al fine di ottenere alcune risposte dal Sindaco sui punti nodali del rientro, a tal fine, la sera del 21 settembre abbiamo sottoscritto una lettera di cui vi riporto gli stralci delle richieste:

1. Tempistica riconsegna formale plesso “Ruffo” comprensiva di certificazioni previste per legge, pulizia e sanificazione nonché di arredi al fine di poter procede all’allestimento aule e alla messa in atto del piano di rientro

2. Attestazione, alla luce della evoluzione del livello di casi positivi e delle indagini epidemiologiche in atto, che ci siano le condizioni di sicurezza sanitaria per il rientro degli alunni il giorno 28, in considerazione anche del fatto che trattasi di unico Istituto comprensivo del paese in cui frequentano tutti gli alunni residenti;

3. Attestazione della tempistica di sanificazione dei plessi di Via Convento, Galietti e Via Gramsci dopo le consultazioni elettorali sia in riferimento alla situazione epidemiologica in atto sul comune di Cassano sia per consentire alla scuola di quantificare i tempi per l’allestimento aule messe a disposizione durante le elezioni

4. Organizzazione piano traffico cittadino alla luce dello scaglionamento delle uscite e dell’uso i tutti gli accessi dei plessi

Il Sindaco ha risposto il giorno 22 assicurando la pulizia e sanificazione dei plessi oggetto di consultazione elettorale, riservandosi di riconsegnare il Plesso Ruffo alla scuola il 24, le certificazioni edilizie e di sicurezza necessarie per riaprire la “Ruffo” il 28 e gli arredi il 30.Il Sindaco ha anche convocato me e il Consiglio in data odierna, alle 12,00, per dettagliare il piano traffico cittadino. Presenti anche vicesindaco, assessori e comandante della polizia municipale.

Durante questa riunione è emersa la necessità di approfondire la questione dei contagi sul territorio e lo stato della mappatura degli stessi anche alla luce della popolosità di alunni che caratterizza il nostro Istituto. In particolar modo, si è riflettuto sui tempi degli esiti di tamponi ancora in corso, nonché sull’opportunità, a supporto di tutta Cassano, a partire dalla prossima settimana, di una Unità mobile ASL, in piazzale Tampoia, per l’esecuzione dei tamponi in soggetti sospetti. Si è preso anche atto che diverse sollecitazioni pure da parte di genitori del Liceo erano già pervenute all’Amministrazione circa la valutazione di un rientro prudenziale. Si è accettata la proposta di Sindaco e assessori di uno slittamento di soli 5 giorni che riguarderà sia il nostro Istituto che quello Superiore (il Liceo). La scuola, in caso di ordinanza del Sindaco, non è tenuta a recuperare i giorni, ma intende avviare comunque momenti di DAD, per lo più finalizzati ad illustrare le regole di comportamento agli alunni, le modalità di accesso, le procedure in caso di sintomi e tutto quello che era previsto per i primi giorni di scuola. Saranno fatte anche riunioni a distanza con le famiglie, che saranno a breve calendarizzate, affinché abbiano chiare tutte le regole da osservare. In questi cinque giorni si dedicheranno anche dei momenti alla formazione e all’informazione da parte mia e dell’RSPP sulle norme di contenimento Covid 19 ad alunni e famiglie, così come previsto dalle indicazioni del Ministero. Comprendo le problematiche delle famiglie connesse alla DAD e ci stiamo impegnando tutti all’interno del Consiglio di istituto affinché non riguardi la didattica ordinaria e gli alunni possano essere presenti e in sicurezza. Domani ci sarà un nuovo Consiglio di Istituto nel quale verranno affrontati altri dettagli di quello che vi ho anticipato. Vi relazionerò anche sulle decisioni di domani. Stavo aspettando l’ordinanza ufficiale, ma mi vedo costretta, stante l’indiscrezione uscita, a informarvi personalmente adesso per evitare che l’assenza di comunicazioni porti a congetture di sorta. Ne approfitto per rispondere a quanti stanno chiedendo la tempistica per la copertura delle cattedre vuote che in queste ore il provveditorato sta procedendo ad inviarci i docenti di sostegno, nei prossimi giorni arriveranno i docenti delle varie discipline. Queste nomine non sono di competenza mia, ma ritengo che non bisognerà aspettare molto altro tempo, essendo in corso le operazioni a Bari.

Invito tutti, in caso anche di soli contatti sospetti, a non interfacciarsi in presenza con l’Istituto che, comunque, da domani ha i plessi aperti e in fase di completo allestimento per il rientro. Saranno aperti gli uffici e presenti i collaboratori scolastici ed alcuni docenti per ogni plesso».

Lascia il tuo commento
commenti