La Puglia che vince

Fiore di Puglia, primo premio per le nuove “Torcette”

Primo premio per Fiore di Puglia al Brands Award 2020 nella categoria prodotti da forno. Le protagoniste sono le “Torcette”, una delle ultime ricette di Giuseppe Fiore

Contenuti Suggeriti
Cassano martedì 22 dicembre 2020
di La Redazione
Fiore di Puglia, primo premio per le nuove “Torcette”
Fiore di Puglia, primo premio per le nuove “Torcette” © n.c.

Fiore di Puglia, azienda leader nella produzione di taralli e altri prodotti da forno, dimostra ancora una volta che i valori della tradizione pugliese uniti al forte spirito imprenditoriale sono un connubio vincente. Questa volta le protagoniste sono le “Torcette” di Fiore di Puglia che si sono aggiudicate il primo premio New Entry dei Brands Award 2020 per la categoria “Prodotti da Forno”. Il riconoscimento è stato assegnato a Fiore di Puglia attraverso un sondaggio aperto ai manager della grande distribuzione organizzata.
L’azienda di Giuseppe Fiore ora in mano ai suoi quattro figli, Tommaso, Antonio, Annalisa e Marinella punta da sempre a realizzare prodotti di qualità seguendo le ricette dell’antica tradizione dei panificatori pugliesi. Il forte radicamento al territorio dell’impresa di famiglia ha fatto di Fiore di Puglia un marchio di livello internazionale che oggi, con la sua linea di taralli e altri snack salati, raggiunge anche i mercati dell’estremo oriente.
«Gli addetti ai lavori del mondo dell’industria – spiega Tommaso Fiore – hanno premiato le “Torcette” un prodotto della nostra tradizione locale, che fa parte della nuova linea con la ricetta di Giuseppe Fiore, fatti rigorosamente a mano».
La passione per la panificazione, unita alle moderne tecniche di produzione e alle doti manageriali della famiglia, sono gli ingredienti principali di un prodotto semplice che ha saputo conquistare il primato nel settore della grande distribuzione alimentare vincendo numerosi premi. Solo nell’ultimo anno Fiore di Puglia si è aggiudicata l’alta onorificenza di bilancio nell’ambito della seconda edizione del premio “Industria Felix” nonché il riconoscimento di migliore innovazione di prodotto per i suoi taralli biologici da parte di “Food Award”. In questi tempi resi difficili dall’emergenza sanitaria diffusa a livello mondiale, le aziende migliori tengono duro. Fiore di Puglia in virtù dell’emergenza, nei mesi scorsi ha anche fatto una donazione di monitor multi-parametrici all’ospedale di Andria. «La pandemia che stiamo affrontando – spiega Tommaso Fiore – sta mettendo a dura prova tutti, ne siamo tutti colpiti in qualche modo, ma non si può stare a guardare e aspettare che passi. Bisogna pensare a prepararsi al dopo investendo e cogliendo le opportunità di questa crisi». Per questo Fiore di Puglia ha deciso di investire due milioni di euro per l’efficientamento dei processi produttivi, una scelta importante che conferma la volontà dell’impresa di famiglia di puntare sulla qualità, su impianti moderni a basso impatto ambientale, capaci di offrire una grande varietà di prodotti da forno come taralli, bruschette pasta secca, snack e tanto altro con linee studiate ad hoc: dalla produzione classica alla selezione biologica, dai prodotti senza glutine a quelli vegan.
«Quello che oggi siamo e il ruolo che ricopriamo – conclude Tommaso Fiore – non era né dovuto né scontato. È stata una scelta che io, le mie sorelle e mio fratello siamo stati in grado di fare perché eravamo preparati e che abbiamo accolto con grande senso di responsabilità, forti anche della fiducia, reciproca, di dipendenti e collaboratori. Questa fiducia è un segno di speranza verso il futuro, e col Natale alle porte, vogliamo augurare con questo stesso spirito buone feste a tutti».

Lascia il tuo commento
commenti