Il fatto

Rifiuti abbandonati nelle campagne, Giustino vuole mettere una "taglia" sugli sporcaccioni

E' la strategia del Comune per combattere il "littering", l'abbandono della spazzatura sul territorio

Cronaca
Cassano mercoledì 04 settembre 2019
di La Redazione
Rifiuti nel territorio di Cassano
Rifiuti nel territorio di Cassano © M5S

Rifiuti abbandonati dappertutto: per le strade, nei centri storici, nelle campagne, nei boschi.

E' il "littering", una pratica incivile che sporca le città, degradandole a poco a poco.

Ed è un fenomeno che colpisce drammaticamente la nostra Cassano.

Ma in Comune sembrano aver trovato la strategia giusta: una "taglia" sugli sporcaccioni, che incasseranno quanti denunceranno chi si macchia di questo comportamento odioso e illegale.

L'idea è dell'assessore Giustino che l'ha spiega su Facebook.

«Sono davvero snervato - scrive stamattina l'assessore - nel vedere il nostro territorio deturpato da imbecilli seriali che insozzano il territorio CASSANESE, abbandonando settimanalmente centinaia di sacchetti di spazzatura.
Telecamere e fototrappole sono utili, ma oggettivamente insufficienti a coprire l’intero VASTISSIMO territorio comunale e controllare tutti gli angoli del nostro paese. Cassano è tra i comuni più vasti della Provincia di Bari. Cassano ha un territorio oltre 90 KMq, quello di BARI con i su
oi oltre 330.000 abitanti, è di appena 117 KMq. Centro storico, periferie, borghi residenziali, campagne, boschi, lame, sono oggetto di quotidiani abbandoni ed è impensabile contenerli con un controllo capillare affidato alle insufficienti risorse della Polizia Locale. Servirebbero migliaia di telecamere e centinaia di donne e uomini. Sono, altresì, INORRIDITO dai post di chi, piuttosto che colpevolizzare i responsabili di tali inaccettabili comportamenti, strumentalizza l’attività di questi LURIDI per colpire un’amministrazione comunale che pochi strumenti ha a disposizione per arginare un fenomeno che oggi, più di ieri, assume i contorni di una vera e propria emergenza».

«Il verde, la foresta, il cammino materano, le ricchezze del territorio, il decoro del nostro paese vengono quotidianamente deturpati con incalcolabili danni al nostro turismo, alla nostra salute, al nostro orgoglio, all’immagine della nostra stupenda città. In data odierna, in qualità anche di assessore alla legalità, proporrò alla Maggioranza ed agli Uffici di istituire una RICOMPENSA – garantendone l’anonimato - a chi aiuterà le ISTITUZIONI a beccare e multare chi sporca la città abbandonando immondizia in ogni dove. In questo modo il LURIDO dovrà pagare una sanzione tale da ristorare non solo le casse comunali, ma anche di ricompensare chi, armato di telefonino/fotocamera/telecamera, fornirà alla Polizia Locale la prova dell’illecito. Su una multa di 500 euro, al cittadino che avrà collaborato con il COMUNE, potrà essere riconosciuta una RICOMPENSA di 350/400 euro. L'immagine dello sporcaccione -come già avvenuto - sarà affissa su manifesti in giro per la città. Questa mattina - conclude Giustino - ho contattato un Comune piemontese che ha avviato analoga iniziativa, per ricevere delibera e regolamento e verificarne la fattibilità giuridica. CASSANESI, riprendiamoci il nostro territorio, difendiamolo da questa gentaglia, mettiamoli alla gogna mediatica, questa gente non merita di vivere a CASSANO».


Lascia il tuo commento
commenti