Il provvedimento

Revocati gli arresti domiciliari al maresciallo Cosimo Maldarizzi

Il giudice del Tribunale di Bari su istanza del legale Francesco Paolo Sisto ha deciso per la sua scarcerazione.​

Cronaca
Cassano giovedì 13 agosto 2020
di La Redazione
Carabinieri di Cassano
Carabinieri di Cassano © CC Cassano

Sono stati revocati gli arresti domiciliari per l'ex comandante dei Carabinieri di Cassano, Cosimo Maldarizzi, accusato di peculato, omessa denuncia da parte di pubblico ufficiale e depistaggio.

Maladarizzi era agli arresti dallo scorso 24 luglio.

Secondo le indagini, nel giugno 2018, durante le operazioni di ritrovamento di otto mezzi provento di furto nelle province di Bari, Taranto e la successiva riconsegna ai proprietari, il maresciallo si sarebbe impossessato di una cisterna che faceva parte della refurtiva, consegnandola a un suo conoscente, gestore di un noto agriturismo della zona.

Nel dicembre 2019, poi, venuto a conoscenza delle indagini avviate sulla vicenda, avrebbe spostato la cisterna in un deposito per farla ritrovare, tentando di far sembrare la mancata riconsegna al proprietario come una mera svista.

La misura cautelare era stata firmata dal gip del Tribunale di Bari Paola Angela De Santis e le indagini coordinate dalla pm Chiara Giordano.

Il giudice del Tribunale di Bari ha valutato che non ci sono più le condizioni per costringere Maldarizzi ai domiciliari e su istanza del legale Francesco Paolo Sisto ha deciso per la sua scarcerazione.

Maldarizzi resta in attesa di un secondo interrogatorio dinanzi al Giudice per le Indagini Preliminari Paola Angela De Santis.

Lascia il tuo commento
commenti