Scuola

Tematiche Unesco e diritti dei bambini: così l'istruzione (e il futuro) è di qualità

Istituto Comprensivo "Perotti-Ruffo" e Club per l’UNESCO di Cassano in rete per un evento del "Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019"

Cultura
Cassano venerdì 14 giugno 2019
di Chiara Lionetti
Perotti-Ruffo e Club Unesco, iniziative comuni a Cassano
Perotti-Ruffo e Club Unesco, iniziative comuni a Cassano © n.c.

Alle ore 10 del 4 giugno 2019, si è svolta nella sala conferenze di Palazzo Miani-Perotti l’inaugurazione della mostra TEMATICHE UNESCO NEL CURRICOLO DIDATTICO DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO PEROTTI RUFFO: LA VOCE DEGLI ALUNNI“ e la premiazione dell’VIII concorso FICLU “AGIRE I DIRITTI UMANI - DIRITTI UMANI NELLA STORIA RECENTE”.

L’evento è stato inserito nella piattaforma nazionale del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2019 “Mettiamo mano al nostro futuro”.

La mostra, allestita dagli alunni ed insegnanti delle classi V E,D,F Senza Zaino con la collaborazione del Club per l’UNESCO di Cassano, presenta 4 pannelli con gli elaborati grafici degli alunni relativi al concorso “Diritti Umani”, un pannello che presenta graficamente la sintesi del percorso sui Beni culturali di Cassano, 2 pannelli che presentano i Diritti dei bambini, tra cui spicca il diritto al “Sogno”.

La mostra rappresenta un momento di sintesi condivisa con la comunità ed un momento di riflessione collettiva sui temi sviluppati dalle classi nel corso del percorso formativo.

La Dirigente Scolastica, Ippolita Lazzazzera ha aperto i lavori sottolineando come l’Istituto Comprensivo, su proposta del Club per l’Unesco di Cassano, ha chiesto di aderire alla rete Nazionale “ASpNET-UNESCO” di Scuole Associate UNESCO, inserendo nel curricolo didattico tematiche unescane quali “la tutela dei Diritti Umani, la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale materiale ed immateriale, l’educazione interculturale, l’educazione alla pace e alla cittadinanza globale.

La Dirigente ha ringraziato i docenti Roberto Angiulo, Mariangela Bertalotto, Chiara Lionetti, Minerva Rossella. Anna D’Addabbo e gli alunni per il lavoro svolto, il Club per l’Unesco di Cassano per la collaborazione.

La Presidente emerita del Club per l’Unesco di Cassano Maria Simone, riagganciandosi a quanto espresso dalla Dirigente, ha brevemente presentato i campi di azione dell’UNESCO, della Federazione Italiana dei Club ed Associazioni UNESCO (FICLU)e del Club, collegandoli con le tematiche dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

La proiezione di un cartone sui Diritti Umani ha aperto la cerimonia di premiazione e presentazione degli elaborati del concorso.

Ciascun alunno ha sviluppato con un disegno il tema del concorso ” La Dichiarazione dei Diritti Umani fu approvata 70 anni fa alla fine della seconda guerra mondiale. Essa costituisce la base di una cittadinanza universale a cui tutti gli esseri umani hanno diritto. Nel presente mondo globale connotato da grandi conflitti, ma anche da grandi aspirazioni come gli obiettivi di Sviluppo Sostenibile – Agenda 2030 dell’ONU, ritieni ancora attuali quei principi? Cosa proponi per poterli applicare nel tuo territorio? Le tue riflessioni

Al concorso hanno partecipato 72 alunni dell’Istituto Comprensivo Perotti Ruffo e 4 alunni del Istituto di Istruzione Secondaria di II grado “Leonardo da Vinci” di Cassano.

Tutti i disegni, raggruppati per tematiche sono stati esposti in pannelli illustrativi nella sala conferenze di Palazzo Miani Perotti insieme ai pannelli del percorso didattico sulla valorizzazione del patrimonio, sulla diversità culturale e l’autismo.

La consigliera del Club per l’Unesco di Cassano, Marzia Basile ha premiato con due libri l’alunna Asia Padalino che ha superato la fase provinciale del concorso; successivamente ha consegnato un attesto di partecipazione agli alunni delle classi V D,E,F “Senza zaino”, modello innovativo di scuola di qualità.

I ragazzi sono stati i veri protagonisti della manifestazione: infatti la mostra è stata presentata Francesco Terzo, alunno dell’Istituto ,che ha espresso le motivazioni della partecipazione al concorso.

Dalla tutela dell’ambiente al diritto all’acqua, ai diritti dei bambini all’istruzione, al gioco alla felicità, al sogno, alla famiglia, alla pace sono stati i temi illustrati dai ragazzi che si sono avvicendati nella presentazione dei lavori presenti nella mostra: ciascun alunno ha motivato le scelte operate inquadrando il disegno in un diritto.

La varietà dei temi, la qualità delle motivazioni hanno ricomposto il quadro dei Diritti umani e della diversità culturale come ricchezza indispensabile per la vita.

Nel corso della manifestazione sono emerse proposte concrete come la raccolta del superfluo, giocattoli o materiali di consumo da condividere con altri bambini che non hanno le stesse opportunità… azione concreta per ridurre le disuguaglianze.

Questo importante momento educativo che ha visto la partecipazione attenta ed entusiasta di alunni, insegnanti e genitori, mostra come è possibile contribuire a cambiare attraverso l’educazione un modello di sviluppo e come un’istruzione di qualità è la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile.

Lascia il tuo commento
commenti