Il fatto

Bando "Sport e Periferie": bocciato il progetto di riqualificazione del Comune

Il progetto "non è conforme". Dell’esclusione se ne è avuta notizia ieri: da piazza Moro, al momento, nessun commento sull’ennesima opportunità sprecata

Politica
Cassano mercoledì 15 settembre 2021
di La Redazione
Il progetto di riqualificazione del polisportivo bocciato dal bando Sport e Periferie
Il progetto di riqualificazione del polisportivo bocciato dal bando Sport e Periferie © n.c.

Il progetto "non è conforme". 

È la motivazione con la quale il progetto di riqualificazione del Polisportivo comunale di via Grumo del valore di circa 1, 4 milioni di euro, approntato dall'amministrazione Di Medio, è stati bocciato.

Il progetto redatto dall'ingegnere Piero Profeta - il tecnico incaricato dall'amministrazione comunale di Cassano, con un compenso di circa 50mila euro, già liquidato - è stato infatti escluso dal finanziamento del Bando “Sport e Periferie 2020” della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

In particolare, il paragrafo 6 a cui si fa riferimento per motivare l’esclusione del progetto dalle risorse messe a disposizione dal Governo per riqualificare le strutture sportive a servizio dei cittadini, è relativo ai termini e alle modalità di presentazione delle domande: per cui è immaginabile che in Comune, tra le  altre cose,  abbiano inviato una richiesta di contributo in maniera difforme da quanto previsto dal bando stesso, o in ritardo rispetto alle scadenze previste: insomma, le ragioni del mancato finanziamento potrebbero essere legate a sciatteria e negligenza, che, se così fosse, renderebbe l'esclusione ancora più amara per la collettività cassanese.

Dell’esclusione se ne è avuta notizia ieri: da piazza Moro, al momento, nessun commento sull’ennesima opportunità sprecata.

Continua, dunque, la lunga agonia dell’impianto sportivo cassanese.

Lascia il tuo commento
commenti