Il fatto

Una cassanese in corsa per le elezioni regionali in Sardegna

Terry Fazio, da qualche anno cittadina della splendida isola del Mediterraneo, candidata alla carica di consigliera regionale con la lista "Sardi Liberi"

Politica
Cassano mercoledì 30 gennaio 2019
di La Redazione
La cassanese Terry Fazio candidata alle regionali della Sardegna
La cassanese Terry Fazio candidata alle regionali della Sardegna © web

È scesa in campo, non nella sua natia Cassano, ma a centinaia di chilometri da qui, oltre lo splendido mare che separa la sua nuova casa, la Sardegna, dal continente.

Sarà in corsa per le regionali sarde, infatti, la cassanese Terry Fazio.

«Da troppo tempo vedo e vivo le ingiustizie che investono e che mettono da parte, rispetto al resto d’Italia, la magnifica terra che da qualche anno mi ha accolto e adottato: la Sardegna», scrive su Facebook la Fazio.

«È per questo che ho accettato e aderito al progetto “Sardi Liberi” – continua -, il movimento che tiene davvero a cuore le problematiche della regione cercando di trovare soluzioni concrete e valide».

La Fazio sostiene la candidatura a presidente di Mauro Pili, «persona estremamente affidabile» dice la candidata.

Per la cronaca, Mauro Pili, 52 anni, giornalista professionista, ex sindaco di Iglesias, è già stato per due volte presidente della Giunta Regionale: per pochi mesi nel 1999 e poi dall’ottobre del 2001 all’agosto del 2003.

Parlamentare di Forza Italia e del Pdl (partito da cui è uscito nel 2013), ha ritentato l’elezione alla massima carica della Regione sarda alle regionali del 2013 con Unidos, senza successo.

A dicembre è stato “acclamato” candidato di un movimento dalla grande connotazione “identitaria”, nato dall’incontro di Unidos, ProgRes e Sardisti liberi e appoggiato da altre organizzazioni e associazioni come Nur, Sardi per la zona franca, Movimento zona franca: un fronte politico per il quale, quasi sempre, l’interesse nazionale italiano è contrapposto inesorabilmente a quello sardo. Un esempio: prima provvedimento in caso di vittoria di “Sardi Liberi”? La revoca della convenzione con Tirrenia, la compagnia di navigazione italiana che fa la spola tra l’isola e Civitavecchia, Genova e Napoli, la terraferma insomma. Cassano, allora, è proprio lontana.

Lascia il tuo commento
commenti