L'intervento

Il Museo (chiuso) del Territorio di Cassano, Angiola: «Aspettando Matera 2119!»

Il parlamentare pentastellato interviene con una nuova nota sulle vicende cassanesi

Politica
Cassano giovedì 11 luglio 2019
di La Redazione
Nunzio Angiola, deputato del MoVimento 5 Stelle
Nunzio Angiola, deputato del MoVimento 5 Stelle © n.d.

Il parlamentare pentastellato Nunzio Angiola interviene con una nuova nota sulle vicende cassanesi. «I miei collaboratori del Meetup Cassano in Movimento, Rossana Angiulo e Giorgio Lacasella - scrive Angiola - , mi mettono al corrente di un annoso problema, quello della riapertura del Museo del Territorio di Cassano, chiuso da anni.

Vorrei sbagliarmi, ma le ultime notizie risalgono al 7 febbraio 2019, quando alcuni consiglieri di opposizione presentarono una interpellanza che parlava dell’avvenuto recupero risalente a due anni prima.

I consiglieri ponevano alcune interessanti domande alla Sindaca, in merito alle ragioni della mancata apertura, vista l’avvenuta consegna del certificato di regolare esecuzione dei lavori. I consiglieri domandavano alla Sindaca quali iniziative si volessero avviare per non continuare a mortificare un settore culturale a lungo trascurato, quali erano i motivi per cui non si fosse dato seguito al bando per la selezione del Comitato Scientifico e, dulcis in fundo, quale giudizio i cittadini di Cassano si sarebbero fatti in mancanza dell’apertura dell’importante polo museale “anche in virtù degli eventi organizzati nell’ambito di Matera 2019”.

Nella risposta all’interpellanza la Sindaca parlava di “ritardo dovuto al completamento dell’impianto antincendio per il reperimento del relativo certificato OCP” e si accennava al fatto che “per il completamento dell’impianto antincendio nella spesa complessiva non era stata compresa quella delle cisterne …e delle relative pompe da allocarsi in uno degli ambienti del museo”. Quindi tutto rimandato, compresa la selezione del Comitato scientifico, fino alla definizione dei citati lavori.

La Sindaca faceva, infine, riferimento agli impegni non mantenuti da parte della cooperativa che doveva curare l’allestimento del museo, su cui noi non abbiamo ricevuto altri aggiornamenti e su cui, per amor di pace, non voglio soffermarmi.

Orbene, sul punto forse non sarei neanche intervenuto, ma il riferimento a Matera 2019 contenuto nella interpellanza delle opposizioni, quasi mi ha turbato.

Tra l’altro, sono molte le associazioni presenti sul territorio cassanese che, a mio parere, potrebbero efficacemente e in modo estremamente qualificato, contribuire alla valorizzazione del museo cittadino. L'associazionismo è una risorsa di vitale importanza che in particolare a Cassano ha da sempre contribuito alla crescita culturale e non solo della città. Con la riattivazione del museo, le associazioni cassanesi potranno disporre di uno spazio idoneo e utile allo svolgimento del “servizio di inestimabile valore” che rendono ai cittadini e al territorio.

Gentilissima Sindaca, poche settimane fa Lei scriveva con riferimento alla mia persona: “mi risulta che sia anche Onorevole”. Orbene, come parlamentare del Collegio cui appartiene Cassano delle Murge ed esponente della prima forza politica cassanese alle ultime elezioni europee (1.580 voti, 29,45%!), dopo il plebiscito che Cassano mi ha generosamente tributato il 4 marzo 2018 (3.724, 44,79%), prima che Matera 2019 diventi l’ennesima occasione perduta per Cassano, voglia significare “di che morte deve morire” il Museo del Territorio, chiuso ormai da anni. Non vorrei che qualcuno stia pensando alla prossima edizione, forse quella del 2119!»

Lascia il tuo commento
commenti