Il verdetto

Primarie: sarà sfida Gentile-Amati-Emiliano. Palmisano escluso, ma presenterà ricorso

Il sociologo barese non ce l'ha fatta a consegnare in tempo le firme. La consultazione si svolgerà la seconda domenica di gennaio 2020

Politica
Cassano sabato 09 novembre 2019
di La Redazione
Primarie
Primarie © CoratoLive.it

Elena Gentile con 8.499 firme raccolte e Fabiano Amati con 21.039 sottoscrizioni sono ufficialmente gli sfidanti del presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alle primarie del centrosinistra.

Dal verbale della commissione dei garanti, non c'è invece la candidatura del sociologo Leonardo Palmisano: lo scrittore non ha consegnato entro le 18, tempo limite fissato dal regolamento, le 5mila firme necessarie.

Ma ci sarà ricorso.

«Abbiamo consegnato - ha dichiarato Palmisano - la bellezza di 5.789 firme, con una quarantina di minuti di ritardo, cosa che può capitare quando si è dentro la sostanza viva della democrazia. Altre 3.500 firme sono arrivate in seguito, ma le teniamo fuori dalla conta perché va bene così. Per via di questo ritardo, sarei escluso dalla candidatura alle Primarie del Centrosinistra pugliese. Domani mattina farò istanza alla Commissione di Garanzia affinché mi ammetta, altrimenti rischiamo di perdere un bel pezzo di mondo democratico pugliese e qualcuno se ne assumerà la responsabilità politica».

Dunque alla competizione elettorale interna alla coalizione di centrosinistra per scegliere il candidato unico alle Regionali del 2020, almeno per il momento, sono ammessi, oltre ad Emiliano, Gentile e Amati, entrambi del Partito democratico.

Le primarie si svolgeranno la seconda domenica di gennaio 2020.

Lascia il tuo commento
commenti