La nota

Ex Casa Bianca, Battista (PD): «Quanto durerà il sonno letargico della Di Medio?»

La segretaria del PD cassanese torna sulla questione della ex Casa Bianca, struttura ormai abbandonata al degrado

Politica
Cassano venerdì 17 gennaio 2020
di La Redazione
Domenico De Santis e la segretaria del PD di Cassano Enza Battista
Domenico De Santis e la segretaria del PD di Cassano Enza Battista © cassanolive

«Una Amministrazione avvolta nella nebbia ormai incapace di orientarsi».

A dirlo, riferendosi all'amministrazione Di Medio, è la segretaria del Pd cassanese Enza Battista, che con una nota torna sulla questione della ex Casa Bianca, struttura ormai abbandonata al degrado, per la quale Domenico De Santis, consigliere del governatore Michele Emiliano, aveva prospettato la disponibilità della Regione a proseguire la riflessione sulla proposta di recupero che aveva fatto l'ex sindaco Vito Lionetti.

«Quasi impossibile - dichiara la Battista - cercare di destarli dal loro sonno letargico. Un dibattito politico asfittico e inconcludente che porta alcuni di loro a miseri e ambigui comunicati di dubbia valenza per cercare di intestarsi soluzioni già risolte da altri.

Avremmo apprezzato la stessa solerzia circa altre proposte già avanzate e che giacciono dormienti in qualche cassetto. Ci riferiamo alla struttura di proprietà del Comune di Cassano, la ex Casa Bianca.

È passato quasi un mese da quando il consigliere del Presidente della Regione Puglia, Domenico De Santis fece appello al Sindaco di Cassano, di interfacciarsi con la Regione e il Direttore Generale della ASL per risolvere la questione dell’incuria di quella struttura, ma niente è stato fatto. Abbiamo, con diligenza, acquisito fattibilità e disponibilità da parte di qualificati interlocutori per cercare di risolvere il problema e offerto soluzioni possibili e concrete.

L’idea è quella continuare quanto prospettato dall’amministrazione Lionetti e cioè di istituire all’interno della ex Casa Bianca un polo poliambulatoriale della ASL. Questa idea può portare dei benefici, anche economici, in quanto garantirebbe all’Ente una ulteriore entrata, sia ai cittadini di Cassano, che potrebbero recarsi in un unico luogo, con locali più consoni, per effettuare svariate prestazioni sanitarie. Potrebbe generare indotto e possibilità. Avremo mai risposte in merito? Dovremo aspettare ancora molto? Possiamo solo augurarci che finalmente si sveglino; è già mattina, il sole è già alto».

Lascia il tuo commento
commenti