L'annuncio

Atletico Cassano: Giampiero Recchia è il nuovo allenatore dei "pellicani"

Classe 1982, il tecnico di Mola di Bari (ma originario di Ferrandina, in provincia di Matera), ha raggiunto l'accordo con la società del presidente Michele Ruggiero per guidare i "pellicani" nella quarta stagione in Serie A2

Altri Sport
Cassano sabato 26 giugno 2021
di La Redazione
Giampiero Recchia, nuovo allenatore dell'Atletico Cassano
Giampiero Recchia, nuovo allenatore dell'Atletico Cassano © n.c.

È Giampiero Recchia il nuovo allenatore dell'Atletico Cassano.

Classe 1982, il tecnico di Mola di Bari (ma originario di Ferrandina, in provincia di Matera), ha raggiunto l'accordo con la società del presidente Michele Ruggiero per guidare i "pellicani" nella quarta stagione in Serie A2.

Recchia è uno degli allenatori più promettenti del panorama del futsal pugliese: il suo esordio in panchina è nella stagione 2015-2016 con il Just Mola che ha subito trascinato ai play off di Serie C2. L'anno successivo arriva la promozione in Serie C1 e dopo due stagioni con i molesi nella massima categoria del futsal regionale, il salto nel nazionale con il Futsal Capurso in Serie B 2019-2020. Recchia guida i "Buldog" alla vittoria del campionato cadetto e nel 2020-2021 ottiene la salvezza con i capursesi all'esordio in Serie A2.

«Ringrazio la società per la fiducia - sono le parole del nuovo mister - e per aver deciso di puntare su di me, affidandomi la guida tecnica di una squadra che ha dimostrato costantemente negli anni di essere una delle migliori realtà in campo e fuori, nel panorama nazionale. Per questo sono molto entusiasta e motivato nell'iniziare questo nuovo percorso, con l’obiettivo di ricambiare nel modo migliore la fiducia accordatami. Con la società c’è stata subito sintonia e visione comune sulla prossima stagione. Siamo ovviamente in una fase di completamento della rosa che affronterà la prossima stagione, ma a prescindere dai nomi che poi la definiranno, l’entusiasmo, la voglia di stupire, le motivazioni, la ricerca di una nostra precisa identità, saranno gli aspetti che ognuno di noi cercherà di mettere quotidianamente in campo. Preferisco non porre mai a me stesso e alla squadra obiettivi di risultato ad inizio stagione, se non quello di fare bene, divertirci e divertire tifosi e pubblico che spero tornino a riempire il palazzetto al più presto dopo l’assenza forzata dello scorso anno. Il nostro unico obiettivo di campo dovrà essere quello di misurare continuamente il nostro potenziale e di lavorare per ampliarlo di allenamento in allenamento. Se saremo bravi a farlo, le prestazioni, i risultati saranno una naturale conseguenza»

Lascia il tuo commento
commenti