Passione cavallo

Equitazione, il Circolo Ippico degli Ulivi trionfa al "Trofeo dei Tre Mari"

Amazzoni e cavalieri della storica scuola di equitazione cassanese sbaragliano la concorrenza ad Agnano e conquistano un risultato di prestigio per tutta la Puglia a cavallo

Altri Sport
Cassano mercoledì 27 novembre 2019
di La Redazione
Amazzoni e cavalieri del Circolo Ippico degli Ulivi di Cassano
Amazzoni e cavalieri del Circolo Ippico degli Ulivi di Cassano © Circolo ippico degli Ulivi

Risultato di prestigio per l’equitazione cassanese: il Circolo Ippico degli Ulivi, guidato dall'infaticabile istruttrice Ornella Starace, vince il “Trofeo dei Tre Mari” 2019.

La sesta edizione dell’importante competizione nazionale si è svolta ad Agnano, centro punto di riferimento per l'ippica nazionale e non solo, al “Cavaliere Country Club”.

300 binomi, 12 squadre con amazzoni e cavalieri dal 5 ai 20 anni provenienti dalle scuole di equitazione di Abruzzo, Calabria, Lazio, Puglia e Sicilia: questi i numeri importanti della gara campana che ha visto primeggiare la storica scuola di equitazione cassanese, che ha formato negli anni decine e decine di amazzoni e cavalieri con passione e competenza.

La Puglia, con il Circolo Ippico degli Ulivi, ha conquistato il titolo con 638,5 punti.

Punti conquistati sotto una pioggia battente: l’allerta meteo “arancione” su Napoli non ha impedito ai giovani sportivi e ai loro amici pony di dare il meglio di sé, ottenendo tempi di tutto rispetto nonostante le difficoltà date dai campi e dagli oggetti di gioco bagnati.

«Grazie agli atleti – ha commentato a fine gara Ornella Starace - che si sono messi in gioco con grande spirito di squadra e sana competizione. Grazie anche ai genitori - sempre particolarmente presente nelle attività del Circolo - alla loro organizzazione e ai loro sacrifici».

La manifestazione dedicata alle discipline del Settore Pony della FISE (Federazione Italiana Sport Equestri) si conferma evento di grande importanza per la formazione degli atleti e soprattutto come occasione di coesione e amicizia tra gli appartenenti a diverse formazioni; non sono mancati, tra una gara e l’altra, momenti di gioco e conoscenza tra partecipanti di scuole e regioni diverse, a dimostrazione del fatto che una sana competizione in campo non è di ostacolo all’amicizia nella vita.

(Fonte Pugliaacavallo.it)

Lascia il tuo commento
commenti