I lavori finiti saranno presentati al pubblico nel corso di un prossimo evento.

"Cromofabula, sentieri e narrazioni": scelti i quattro bozzetti vincitori

Tra 12 proposte scelti 3 murales da riprodurre sulle pareti degli edifici scolastici di via Capitano Galietti, di Via Mameli e di Via Gramsci, ed un progetto per la parete mobile da installare in Biblioteca

Cultura
Cassano mercoledì 04 agosto 2021
di La Redazione
Cromofabula: Femmina Morta di Amelia Tucci
Cromofabula: Femmina Morta di Amelia Tucci © n.c.

Sono stati individuati i quattro vincitori del concorso “STHAR LAB – STREET ART. CROMOFABULA, SENTIERI E NARRAZIONI”.

Nei giorni scorsi si è riunita la commissione per il progetto Street Art, promosso dall’amministrazione comunale di Cassano delle Murge, per scegliere, fra le 12 proposte i 4 bozzetti vincitori: tre murales da riprodurre su altrettante pareti degli edifici scolastici, di via Capitano Galietti, di Via Mameli, di Via Gramsci, ed un progetto per la parete mobile da installare presso la Biblioteca Comunale.

La commissione composta dal Sindaco Maria Pia Di Medio, dall’Assessore Michele Campanale, dalla Consigliera Francesca Marsico, che si è avvalsa della consulenza storico-artistica e del parere non vincolante degli esperti Prof. Giangrande Michele e Prof.ssa Colaninno Leonardina, ha assegnato secondo i criteri definiti nel bando i punteggi, in base alla creatività e sperimentazione, qualità e impatto e rappresentazioni.

Sono risultati vincitori con il punteggio più elevato gli artisti Massimo Nardi con l’opera (GianoBifronte), Amalia Tucci (Femmina Morta), Arianna Angelillo (Il Mandala Cassanese) e Maristella Campanelli (Sogno, già “il sogno del pastore”, modifica al titolo dell’opera accordata con l’artista).

Per meglio raccontare l’idea del progetto vincitore del concorso regionale Sthar Lab, “Cromofabula, sentieri e narrazioni”, sarà organizzato nelle prossime settimane il convegno sulla fiaba, a cui parteciperà la professoressa Laura Marchetti, antropologa e docente di Didattica generale all’Università Mediterranea di Reggio Calabria; dal 2015, la docente è nel collegio degli esperti della Regione Puglia, per la quale ha curato la progettazione ed il percorso turistico-culturale “le strade della fiaba” in cui è compresa anche la nostra Cassano. Insieme all’enciclopedia Treccani sta lavorando alla candidatura della fiaba popolare nella lista dei beni immateriali dell’Unesco. Il progetto regionale “le strade della fiaba”, in cui è inserita Cassano, ha ricevuto la segnalazione al premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa e Premio nazionale paesaggio 2021

Ogni artista, vincitore riceverà un premio, di euro 2.500,00 lordi per le tre opere che saranno riprodotte sulle tre pareti delle scuole e 3.000 euro lordi per l’installazione su supporto mobile per la Biblioteca civica. I lavori finiti saranno presentati al pubblico nel corso di un prossimo evento.

Lascia il tuo commento
commenti